Plotosidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Plotosidi
Plotosus lineatus
Plotosus lineatus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Siluriformes
Famiglia Plotosidae

La famiglia Plotosidae comprende 36 specie di pesci d'acqua dolce e salata dell'ordine dei Siluriformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

I Plotosidi sono diffusi nel Pacifico occidentale, lungo le coste che vanno dal Mar Rosso all'Australia, fino alle isole Figi.
Una specie (Plotosus lineatus) è un migrante lessepsiano (è penetrato in Mediterraneo dal Canale di Suez) ed è ora comune lungo le coste israeliane.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I Plotosidi sono pesci dal corpo simile a quello delle anguille, dalle quali però differiscono per la testa più grossa e arrotondata. La bocca è composta da due potenti e larghe mascelle provviste di denti, ed è circondata da 4 paia di grossi barbigli.
Sul dorso una piccola pinna dorsale precede la seconda pinna, che è unita alla caudale e alla pinna anale, formando un'unica pinna che circonda per 3/4 il corpo del pesce. Le pinne pettorali e le ventrali sono robuste.
Alcune specie sono provviste di aculei velenosi.
La livrea è solitamente scura, striata o marezzata di bianco.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Animali gregari, specialmente da piccoli, tendono a raggrupparsi con la testa verso il pericolo quando la situazione si fa critica.

Specie[modifica | modifica sorgente]

Euristhmus microceps
Plotosus sp.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci