Plexippoides

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Plexippoides
Immagine di Plexippoides mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Salticoidea
Famiglia Salticidae
Sottofamiglia Plexippinae
Tribù Plexippini
Genere Plexippoides
Prószynski, 1984
Serie tipo
Salticus flavescens
O. P.-Cambridge, 1872
Sinonimi

Epeus
Peckham & Peckham, 1885 (forse)
Menemerops
Prószynski, 1992

Specie
vedi testo

Plexippoides Prószynski, 1984 è un genere di ragni appartenente alla famiglia Salticidae.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome deriva dal genere Plexippus, con cui ha diverse caratteristiche in comune, e il suffisso greco -οἶδες, -oìdes, che significa somigliante a, simile a.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Le 20 specie oggi note di questo genere sono diffuse in Asia orientale, Asia centrale e paesi del Mediterraneo; ben 11 specie sono endemiche della sola Cina[1].

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Gli studi per la determinazione di questo genere sono stati effettuati da Prószynski sugli esemplari della specie tipo denominati Yllenus starmühlneri Roewer, 1955; il nome generico, originariamente pubblicato dallo stesso Prószynski nel 1976 da una sua diagnosi successiva del 1984 è stato considerato un nomen nudum[1].

Inoltre questo genere, secondo un lavoro dell'aracnologo Zabka, è un sinonimo posteriore di Epeus Peckham & Peckham, 1885 e un sinonimo anteriore di Menemerops Prószynski, 1992, a seguito di uno studio della Wesolowska del 1996[1].

Attualmente, a dicembre 2010, si compone di 20 specie[1]:

Specie trasferite[modifica | modifica sorgente]

  • Plexippoides bicuspidatus Song, Gu & Chen, 1988; gli esemplari, rinvenuti in Cina, sono stati trasferiti al genere Epeus con la denominazione Epeus bicuspidatus (Song, Gu & Chen, 1988) a seguito di un lavoro degli aracnologi Peng e altri del 1993[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e The world spider catalog, Salticidae
  2. ^ Specie tipo del genere.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Prószyński, 1984 - Remarks on Anarrhotus, Epeus and Plexippoides (Araneae, Salticidae). Annales zoologici, Warszawa, vol.37, p. 399-410.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi