Pleurotus nebrodensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pleurotus nebrodensis
Pleurotus nebrodensis.jpg
Pleurotus nebrodensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Pleurotaceae
Genere Pleurotus
Specie P. nebrodensis
Nomenclatura binomiale
Pleurotus nebrodensis
(Inzenga) Quél., 1886
Caratteristiche morfologiche
Pleurotus nebrodensis
Cappello convesso icona.svg
Cappello convesso
Gills icon.png
Imenio lamelle
Decurrent gills icon2.svg
Lamelle decorrenti
White spore print icon.png
Sporata bianca
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Saprotrophic ecology icon.png
Saprofita
Foodlogo.svg
Commestibile

Pleurotus nebrodensis (Inzenga) Quél., Enchiridion Fungorum in Europa Media et Præsertim in Gallia Vigentium (Paris): 148 (1886)

Descrizione della specie[modifica | modifica sorgente]

Cappello[modifica | modifica sorgente]

4-12 (20) cm, di forma irregolare, carnoso.

Cuticola
asciutta, secca, di colore bianco-grigiastro o bianco-crema.

Lamelle[modifica | modifica sorgente]

Fitte, bianco-grigiastre o bianco-crema, decorrenti sul gambo, con filo intero.

Gambo[modifica | modifica sorgente]

Centrale o eccentrico, assottigliato alla base, breve, biancastro.

Carne[modifica | modifica sorgente]

Bianca, soda e consistente.

Spore[modifica | modifica sorgente]

Bianche in massa, lisce, ellittiche.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Fruttifica dalla primavera a tutto giugno esclusivamente sulle radici di ombrellifere (Cachrys ferulacea).

Commestibilità[modifica | modifica sorgente]

Ottima.
È una specie molto diffusa nelle Murge ed in Valle d'Itria nella Puglia meridionale. In Sicilia è una specie molto rara e ricercata.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

  • Genere: dal greco pleurón = di fianco e oûs, otós = orecchio, con l'orecchio (il cappello) a fianco, per la forma del carpoforo.
  • Specie: dal latino nebrodensis = dei monti Nebrodi.

Nomi comuni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

È stato individuato come una delle 50 specie mediterranee in pericolo di estinzione.[1]

  1. ^ (EN) Venturella G., Pleurotus nebrodensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

(EN) Pleurotus nebrodensis in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia