Pletismografo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Misura dei Volumi Polmonari dentro una moderna Cabina Pletismografica

Il pletismografo (dal greco plēthysmòs=aumento e gràphein=scrivere), è un'apparecchiatura medica che misura le variazioni di volume dei gas intratoracici. Fu inventato da Angelo Mosso, fisiologo italiano (1846-1910).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'apparecchio ha la forma di una grande cabina a tenuta stagna (simile ad una cabina telefonica) nella quale il soggetto siede e respira collegando la bocca ad uno pneumotacografo (misuratore di flusso dell'aria).

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il pletismografo mette in relazione le variazioni di pressione nella cabina con le modificazioni del volume dell'aria presente nei polmoni sfruttando la legge di Boyle, la quale afferma che a temperatura costante (ovvero in condizioni isoterme) pressione e volume di un gas sono inversamente proporzionali, ovvero:

PV = k

essendo:

In particolare è utile per misurare la quantità di aria presente nei polmoni dopo un'espirazione massimale (in modo da ottenere il valore del volume residuo).

Al termine di una espirazione a volume corrente un otturatore chiude il boccaglio e si chiede al paziente di compiere dei respiri brevi e frequenti. Mentre il paziente tenta di inspirare, espande il gas contenuto nei polmoni e produce un aumento del volume polmonare e un conseguente incremento della pressione nella cabina (il gas della cabina diminuisce infatti di volume), mentre avviene il contrario quando tenta di espirare.

La variazione di pressione si misura alla bocca, mentre la variazione di volume viene dedotta dalla variazione di pressione nella cabina. Conoscendo la pressione iniziale P, il suo incremento ΔP e la variazione di volume ΔV (3 valori su 4 termini) è possibile calcolare il volume iniziale V, mediante la legge di Boyle, essendo:

in cui:

  • ΔP = P - P'
  • ΔV = V' - V

se P > P' e V < V'.

Se invece P < P' e V > V', abbiamo:

  • ΔP = P' - P
  • ΔV = V - V'

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'apice sta ad indicare le grandezze misurate dopo un certo tempo Δt (ovvero al tempo t+Δt), mentre le grandezze senza apice stanno ad indicare le grandezze misurate al tempo t.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina