Plesso coroideo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Plesso corioideo
Gray723.png
Sezione frontale dell'encefalo. Sono visibili i ventricoli laterali e il terzo ventricolo.
Anatomia del Gray subject #187 798

Il plesso corioideo o coroideo è una struttura, presente all'interno dei ventricoli cerebrali, dove viene prodotto il liquido cefalorachidiano.

Cenni anatomici[modifica | modifica wikitesto]

È costituito da una fitta rete di vasi sanguigni localizzata all'interno di ciascun ventricolo. I vari ventricoli sono connessi tra loro tramite canalicoli, in cui il liquor scorre, uscendo quindi, a livello del quarto ventricolo, nello spazio subaracnoideo.

Il plesso coroideo è costituito da un ciuffo di vasi piali che sospingono verso l'interno l'ependima che riveste i ventricoli. L'affrontarsi dell'ependima con l'endotelio dei vasi provenienti dalla pia madre costituisce la barriera emato-liquorale (BEL).

Dal momento che il fluido cerebrospinale viene prodotto in continuazione, deve avvenire un costante assorbimento di questa sostanza (normalmente nel sistema nervoso circolano fra gli 80 e i 150 ml), che avviene a livello dei villi aracnoidei.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anastasi et al., Trattato di anatomia umana, Napoli, Edi. Ermes, 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]