Plauen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Plauen
comune
Plauen
Plauen – Stemma
Plauen – Veduta
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Saxony.svg Sassonia
Distretto gov. Chemnitz
Circondario Vogtland
Amministrazione
Sindaco Ralf Oberdorfer
Territorio
Coordinate 50°29′N 12°07′E / 50.483333°N 12.116667°E50.483333; 12.116667 (Plauen)Coordinate: 50°29′N 12°07′E / 50.483333°N 12.116667°E50.483333; 12.116667 (Plauen)
Altitudine 412 m s.l.m.
Superficie 102,12 km²
Abitanti 68 430 (31 dicembre 2006)
Densità 670,09 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 08523-08529
Prefisso 03741
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 14 1 66 000
Targa PL
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Plauen
Plauen – Mappa
Sito istituzionale

Plauen (in sorabo Pławno, in ceco Plavno) è una città di 68.430 abitanti della Sassonia, in Germania.

Appartiene al circondario rurale del Vogtland.

Dopo Lipsia, Dresda, Chemnitz e Zwickau, si tratta della quinta più grossa città del Land.

Le più vicine città sono Gera, a circa 40 km a nord di distanza, e Chemnitz, a 66 km di distanza. Il numero di abitanti della città ha superato nel 1904 il limite di 100.000 persone, motivo per cui divenne di diritto una cosiddetta Grande Città. Dopo la Seconda guerra mondiale, però, in seguito alla divisione della Germania, Plauen si trovò in un'area isolata, presso il confine intertedesco, e il numero degli abitanti calò fortemente.

Plauen si fregia del titolo di "Grande città circondariale" (Große Kreisstadt).

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Plauen downtown

Plauen si trova a sinistra del fiume Weißen Elster, un affluente del Saale, nel punto in cui il Syra sfocia in una antica valle priva di boschi Weißen Elster, dove la pianura della Vogtland degrada in un bacino vicino all'Elster.

Comuni confinanti[modifica | modifica sorgente]

I seguenti comuni confinano con la città di Plauen. Appartengono quasi tutti al distretto delle Vogtland, e vengono nominati in senso orario a partire da nord-est:

Pöhl, Neuensalz, Theuma, Oelsnitz, Weischlitz, Leubnitz, Mehltheuer e Syrae, così come Vogtländisches Oberland, comune appartenente al Landkreis Greiz, in Turingia.

Struttura della città[modifica | modifica sorgente]

Il territorio di Plauen è suddiviso in cinque circoscrizioni: Zentrum, Nord, Ost, Süd und West. Ogni circoscrizione consiste in un massimo di 10 quartieri.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Della città di Plauen si trova prima menzione ufficiale nel 1122 all'interno degli Atti Sacri della Johanniskirche, dove viene annotata come insediamento slavo col nome di Vicus Plawe. È nel 1224, però, che l'insediamento riceve il titolo di vera e propria città, venendo poi - venti anni dopo - ampliata, con la costruzione della cosiddetta "Città nuova" (Neustadt). Nel 1240 il centro vide il passaggio degli Hussiti, rivoluzionari boemi, che la devastarono. Nel 1548, invece, la città venne in grossa parte distrutta da un incendio. Nel 1569, infine, Plauen entrò nella giurisdizione del Regno di Sassonia.

l'11 aprile 1945 i lavoratori coatti Italiani provenienti in colonna da Kahla "Jena" riposarono nella caserma Hindelburg, 17 aprile 1945 arrivo degli Americani, al reparto lazzaretto 3/a Hebartsehule-Est, morirono diversi deportati, di cui Luigi Ciarapica classe 26 di Tolentino Macerata; di cui si sono perse le spoglie. (da completare)

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Religione[modifica | modifica sorgente]

La popolazione di Plauen, in un primo tempo, rientrava sotto la giurisdizione del vescovado di Zeitz-Naumburg, ed era sede di un arcidiaconato.

A partire dal 1529 venne introdotta, in tutte le Vogtland Sassoni, la Riforma protestante. Da questo momento Plauen divenne per molti secoli città prevalentemente protestante e sede di un Sovrintedorato, che sarebbe stato mantenuto anche dopo il passaggio all'"Elettorato della Sassonia". Nel 1893, la fino ad allora unica comunità protestante della città, la St. Johannes Gemeinde, venne divisa in cinque comunità indipendenti. Queste oggi appartengono al Distretto Amministrativo, all'interno della Regione di Zwickau della Sassonia Evangelico-luterana, nel frattempo definito come Distretto Ecclesiastico di Plauen.

Nel XIX secolo a Plauen tornarono anche i cattolici: vide la luce quindi la comunità parrocchiale del "Cuore di Gesù", che poté costruire la sua chiesa nel 1901. In principio, i cattolici della città - così come tutti i cattolici dell'allora Regno di Sassonia, appartenevano al Vicariato Apostolico con sede a Dresda, che dal 1743 era il Distretto Amministrativo competente per quelle comunità che prima della Riforma appartenessero al perduto Vescovado di Meissen. Da questo distretto amministrativo nacque nuovamente, nel 1921, il Vescovado di Meissen (diventato nel 1980 Vescovado di Dresda-Meissen), appartenente all'Arcivescovado di Berlino. La città di Plauen è divenuta anche sede di un Decanato all'interno del Vescovado di Meissen.

Oltre alle due professioni principali, sono presenti altre comunità, come quella Battista, quella Metodista e quella Avventista.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Plauen[modifica | modifica sorgente]

Plauen è stata per lunghi anni la residenza di Erich Ohser, cartoonist diventato celebre per il fumetto "Vater-und-Sohn-Bildergeschichten" ("Storie per immagini di un padre e un figlio"), tradotto in varie lingue.

Nati a Plauen[modifica | modifica sorgente]

Cittadini onorari[modifica | modifica sorgente]

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Stemma del Vogtlandkreis Città e comuni del Vogtlandkreis Stemma della Sassonia

Città:   Adorf/Vogtl. · Auerbach/Vogtl. · Bad Elster · Elsterberg · Falkenstein/Vogtl. · Klingenthal · Lengenfeld · Markneukirchen · Mühltroff · Mylau · Netzschkau · Oelsnitz/Vogtl. · Pausa · Plauen · Reichenbach im Vogtland · Rodewisch · Schöneck · Treuen
Comuni:   Bad Brambach · Bergen · Bösenbrunn · Burgstein · Eichigt · Ellefeld · Erlbach · Grünbach · Heinsdorfergrund · Leubnitz · Limbach · Mehltheuer · Mühlental · Muldenhammer · Neuensalz · Neumark · Neustadt/Vogtl. · Pöhl · Reuth · Steinberg · Syrau · Theuma · Tirpersdorf · Triebel/Vogtl. · Weischlitz · Werda · Zwota