Platymops setiger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Platymops setiger
Immagine di Platymops setiger mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Famiglia Molossidae
Sottofamiglia Molossinae
Genere Platymops
Thomas, 1906
Specie P.setiger
Nomenclatura binomiale
Platymops setiger
Peters, 1878
Sinonimi

P.barbatogularis, P.barbatogularis parkeri

Platymops setiger (Peters, 1878) è un pipistrello della famiglia dei Molossidi, unica specie del genere Platymops (Thomas, 1906), diffuso nell'Africa orientale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 50 e 60 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 29 e 36 mm, la lunghezza della coda tra 22 e 26 mm, la lunghezza del piede tra 7 e 8 mm e la lunghezza delle orecchie tra 13 e 17 mm.[3][4]

Il cranio è notevolmente appiattito, con la cresta sagittale poco sviluppata. Il ramo ascendente della mandibola è molto basso. Gli incisivi superiori sono lunghi e bicuspidati, mentre quelli inferiori sono più piccoli. Il primo premolare superiore è grande e separato dal canino. Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 1 1 1 1 1 1 3
3 2 1 3 3 1 2 3
Totale: 30
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

La pelliccia è corta. Le parti dorsali e i fianchi sono nerastre, mentre le parti ventrali sono biancastre. Una sacca golare è presente in entrambi i sessi. Le orecchie sono ampiamente separate, triangolari, con il margine anteriore convesso e con la punta arrotondata. Il trago è abbastanza grande e squadrato. L'avambraccio, il polso e il terzo basale del terzo metacarpo sono ricoperti di piccole verruche rotonde. Le labbra sono lisce e ricoperte di peli insolitamente spessi. Le membrane sono scure. Le ali sono relativamente corte, larghe e attaccate posteriormente alla fine della tibia. Gli arti inferiori sono corti e con la superficie superiore appiattita e granulata. Un cuscinetto cutaneo è presente sulla pianta dei piedi. Il pene è corto.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia solitariamente od in piccoli gruppi fino a 5 individui tra i crepacci rocciosi o sotto le cortecce degli alberi. Alcuni esemplari sono stati osservati in volo erratico a circa 9 metri sopra pozze d'acqua. L'attività predatoria inizia quando è quasi completamente buio.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti, in particolare di piccoli coleotteri.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nell'Africa orientale dal Sud Sudan sud-orientale al Kenya meridionale.

Vive nelle savane aride fino a 2.000 metri di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state riconosciute 2 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione presumibilmente numerosa, classifica P.setiger come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Mickleburgh, S., Hutson, A.M., Bergmans, W., Cotterill, F.P.D. & Fahr, J. 2008, Platymops setiger in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Platymops setiger in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Peterson, 1965, op. cit.
  4. ^ Novak, 1999, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi