Platycerium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Platycerium
Platycerium bifurcatum.jpg
Platycerium bifurcatum
Australian National Botanical Gardens, Canberra
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Pteridophyta
Classe Pteridopsida
Ordine Polypodiales
Famiglia Polypodiaceae
Genere Platycerium
Desv., 1827
Specie

Platycerium Desv., 1827 è un genere di felci epifite della famiglia Polypodiaceae. Le specie di questo genere sono comunemente conosciute come felci a corna di cervo a causa della singolare forma delle loro foglie.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ormbunke på trädstam, Nordisk familjebok.png

Gli sporofiti di Platycerium hanno radici che crescono da un breve rizoma che porta due tipi di fronde: fronde basali e fronde fertili. Le fronde basali sono sterili, di forma tondeggiante, e formano una lamina spugnosa che aderisce al tronco degli alberi, proteggendo le radici. In alcune specie il margine superiore di queste fronde forma una coppa in cui si raccolgono l'acqua piovana e i detriti organici. Dalla base delle fronde sterili si dipartono le fronde fertili, erette o ricadenti, dalla particolare forma lobata che ricorda le corna dell'alce. Nella pagina inferiore delle fronde fertili si possono trovare le spore.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Le specie del genere Platycerium sono diffuse nelle aree tropicali di Sud America, Africa, Asia sud-orientale, Australia e Nuova Guinea[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Platycerium comprende le seguenti specie:[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hennipman E & Roos M. C 1982 A monograph of the fern genus Platycerium (Polypodiaceae). Verhandelingen der Koninklijke Nederlands Akademie van Wetenschappen, Afdeling Natuurkunde, Tweede Reeks 80: 1-126
  2. ^ Kreier H. & Schneider H, Phylogeny and biogeography of the staghorn fern genus Platycerium (Polypodiaceae, Polypodiidae) in Am. J. Bot. 2006; 93: 217-225.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica