Platano d'Ippocrate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 36°53′41″N 27°17′27″E / 36.894722°N 27.290833°E36.894722; 27.290833

Il Platano di Ippocrate.

Il Platano d'Ippocrate è un esemplare di Platanus orientalis sotto il quale, secondo la leggenda, Ippocrate di Coo insegnava ai suoi allievi l'arte della medicina di cui è considerato il padre fondatore. Secondo la tradizione sotto tale albero predicò anche Paolo di Tarso.

L'albero è situato nel centro della città di Kos (capoluogo dell'isola omonima) nella "Piazza del Platano" (in greco: Πλατία Πλατανου) di fronte al Castello dei Cavalieri e accanto alla moschea di Gazi Hassan (eretta nel 1776), ha una estensione di circa 12 metri ed è considerato uno dei più grandi platani d'Europa.

L'albero visibile attualmente ha un'età di circa 500 anni, ma potrebbe essere un discendente del platano originale che cresceva sullo stesso luogo ai tempi di Ippocrate. Col passare degli anni l'albero è diventato cavo e molti rami sono ora sostenuti da impalcature metalliche. Accanto al platano si trova una fontana con incisioni in lingua araba, anch'essa fatta costruire dal governatore turco Gazi Hassan.

Tradizioni[modifica | modifica sorgente]

Durante l'estate, nella piazza del platano si svolgono festival culturali. Il 5 settembre è usanza per le donne del luogo portare un ramoscello vecchio ed uno nuovo del platano, insieme a quelli di altre piante, fino al mare. il ramoscello vecchio viene gettato nelle acque, mentre quello nuovo (che simboleggia l'inizio di un nuovo anno) viene posato sulla battigia in modo che sia lambito da quaranta onde. Le donne tornano poi al platano di Ippocrate e lo abbracciano per ottenere, forza, salute e lunga vita tenendo in mano una ciotola con acqua di mare e ciottoli. Tornate a casa, appendono il ramoscello nella iconostasi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]