Planet Earth (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Planet Earth ("Pianeta Terra" in inglese) è una serie di documentari pubblicati nel 2006 dalla BBC e trasmessi sul canale BBC HD e Discovery Channel ed anche su Mediaset Premium da BBC Knowledge.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il produttore della serie è Alastair Fothergill, mentre i vari produttori sono Andy Byatt, Vanessa Berlowitz, Mark Brownlow, Huw Cordey, Jonny Keeling e Mark Lienfield. La musica è composta da George Fenton. Il narratore della versione britannica è il celebre David Attenborough, autore di centinaia di documentari sulla natura. Per realizzare questa serie ci sono voluti ben quattro anni e un elevato budget, nonché macchine da presa ad alta definizione. Ogni documentario dura circa un'ora, più i diari di produzione alla fine di ogni episodio.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Gli episodi della serie sono 11:

  • From Pole to Pole (Da Polo a Polo)

Questo episodio osserva il nostro pianeta come se fosse un’entità unica e considera i principali fattori che hanno modellato la sua storia naturale. Grazie all’applicazione delle tecniche di ripresa aerea, il team segue un milione di caribù durante la scalata delle desolate terre artiche, registra le trasformazioni in seguito alle alluvioni grazie alla tecnica fotografica di ripresa a rallentatore e riesce a catturare i momenti più intimi della vita dell'orso polare, restituendone il ritratto più completo mai ripreso su telecamera.

  • Mountains (Le montagne)
  • Fresh Water (Le acque dolci)
  • Caves (Le grotte)

In questo episodio viene mostrata la grotta di Villa Luz, dove un ambiente saturo di acido solforico crea un ecosistema diverso.

  • Deserts (I deserti)
  • Ice Worlds (Maestà del ghiaccio)
  • Great Plains (Le grandi pianure)
  • Jungles (Le giungle)
  • Shallow Seas (I mari interni)
  • Seasonal Forests (Le foreste stagionali)
  • Ocean Deep (Le profondità degli abissi)

I seguenti episodi fanno invece parte della serie "Planet Earth: The Future".

  • Saving Species ovvero Salvando le specie
  • Into the wilderness ovvero dentro la natura incontaminata
  • Living Together ovvero vivendo insieme

Commenti giornalistici[modifica | modifica wikitesto]

« La storia naturale narrata nel modo più spettacolare che abbia mai riempito i nostri schermi »
(Daily Mail)
« Bello come lo vorresti ... Da elefanti marini a montagne di escrementi di pipistrello ad un leopardo in modalità attacco ... Pura classe »
(The Guardian)

Importanza conservativa[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio delle riprese, Planet Earth voleva concentrarsi sui quei luoghi del nostro pianeta ancora "selvaggi"; più tardi, però, divenne un ambasciatore della conservazione delle specie in pericolo. Infatti, tra le tante specie filmate sono presenti alcune delle creature più rare e minacciate dall'estinzione. Tra queste troviamo il leopardo dell'Amur, il leopardo delle nevi, il cinghiale nano, lo stambecco etiope, il kodkod e l'elefante delle foreste del Congo.