Pittore di Euphiletos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pittore di Euphiletos, hydria firmata dal ceramista Pamphaios. Parigi, Cabinet des médailles 254.

Pittore di Euphiletos è il nome convenzionale assegnato ad un ceramografo attico attivo ad Atene tra il 530 e il 520 a.C. la cui produzione, qualitativamente diseguale, è confinata alla tecnica delle figure nere. Fu il primo tra gli artigiani del Ceramico a specializzarsi nella decorazione delle anfore panatenaiche, le quali avevano raggiunto a questa data una decorazione standard. Ci sono giunti tredici esemplari di anfore panatenaiche decorate dal Pittore di Euphiletos e tra queste si trova il vaso da cui è stato tratto il suo nome: si tratta dell'anfora conservata al British Museum[1] dove il giovane di nome Euphiletos si trova acclamato (Eύφίλητος καλός) in una iscrizione, insolita su un vaso che è un premio ufficiale in un contesto atletico, che circonda la ruota dipinta come emblema sullo scudo di Atena.

Tra le opere del Pittore di Euphiletos si trovano, oltre alle anfore premio, un gran numero di anfore a collo distinto e due pinakes. Le due hydriai firmate dal ceramista Pamphaios (British Museum B300 e Cabinet des médailles 254[2]) che coniugano estrema precisione e vivacità di effetti coloristici, sono tra i suoi lavori migliori e tra i lavori migliori dell'ultimo periodo dello stile a figure nere.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The British Museum, Panatenaic amphora B 134. URL consultato il 3 novembre 2012.
  2. ^ The Beazley Archive, 301724, Paris, Cabinet des Medailles, 254. URL consultato il 3 novembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 96544585

antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia