Pit-Fighter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pit-Fighter
Pitfighter.png
Immagine di gioco
Sviluppo Atari
Pubblicazione Atari
Ideazione Gary Stark e Mark Stephen Pierce
Data di pubblicazione settembre 1990
Genere Picchiaduro a incontri
Modalità di gioco giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma Arcade, Amiga, Atari Lynx, Atari ST, Commodore 64, MS-DOS, Game Boy, Mega Drive, Sega Master System, SNES, ZX Spectrum
Supporto floppy disk, Cartuccia
Periferiche di input tastiera, joystick
Specifiche arcade
CPU Atari G1 Hardware,
CPU 68000 @14MHz
M6502 @1,7895 MHz
Processore audio ADSP2105 (@10 MHz)
Schermo Orientamento: orizzontale
tipo: raster
frequenza: 60Hz
Risoluzione 262x240
Periferica di input joystick a 8 direzioni, 3 pulsanti

Pit-Fighter è un videogioco del 1990, sviluppato da Atari originariamente come Arcade e in seguito sviluppato per parecchi sistemi casalinghi. Si tratta del primo picchiaduro dotato di grafica digitalizzata, che in seguito sarà sfruttata in titoli più celebri come Mortal Kombat e NBA Jam. Il gioco doveva uscire anche per Atari 7800, convertito da Imagitec Design, ma fu abbandonato[1].

Gioco[modifica | modifica sorgente]

Pit-Fighter è costituito da incontri, che possono essere giocati da soli (1 contro 1) oppure con altri due giocatori (fino a 3 contro 3). Dopo avere selezionato uno dei tre personaggi (Buzz, Ty o Kato), si affrontano avversari in sequenza; alla conclusione di ogni incontro i giocatori possono guadagnare dei bonus, a seconda della loro prestazione. Ogni tre incontri c'è un Grudge Match, dove ci si scontra contro il personaggio che si usa (un "match allo specchio"). Prima dell'incontro finale, se si sta giocando insieme ad un avversario umano, ci si deve scontrare uno contro l'altro e il vincitore sfiderà il "Lottatore Mascherato".

Durante gli incontri si possono usare oggetti (spesso lanciati dal pubblico) che possono essere utilizzati contro l'avversario; c'è anche un power-up chiamato power pill, che se assunto permette di aumentare temporaneamente la potenza. Il pubblico può anche interferire con l'incontro, lanciando dei coltelli.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Personaggi selezionabili:

  • Buzz
Grosso lottatore con un passato da pro wrestler, è il personaggio fisicamente più potente tra quelli selezionabili; le sue tecniche caratteristiche sono il body slam, la testata ed il piledriver.
  • Ty
Campione di kickboxing, fa dell'agilità la sua caratteristica principale; tra le mosse può vantare un calcio girato, un calcio rotante ed un calcio volante.
  • Kato
Cintura nera 3º Dan di arti marziali, è un lottatore molto veloce; tra le sue tecniche ha una rapida combinazione di pugni, un calcio con capriola ed un pugno girato.

Altri personaggi:

  • Executioner
  • Southside Jim
  • C.C. Rider
  • Angel
  • Mad Miles
  • Heavy Metal
  • Chainman Eddie
  • Masked Warrior

Seguiti[modifica | modifica sorgente]

Non ci sono seguiti ufficiali del gioco; tuttavia, nel 1992 Atari ha rilasciato un gioco tecnicamente simile, intitolato Guardians of the 'Hood. Sebbene non sia un picchiaduro a incontri ma a scorrimento, presenta diverse somiglianze con Pit-Fighter. Un seguito intitolato Pit Fighter II era stato pianificato, ma mai rilasciato. Non doveva essere un seguito vero e proprio, ma una versione migliorata per Sega Megadrive.

Cast di Pit-Fighter[modifica | modifica sorgente]

  • Buzz: Bill Chase
  • Ty: Marc Williams
  • Kato: Glenn Fratticelli
  • Executioner: John Aguire
  • Southside Jim: James Thompson
  • Chainman Eddie: Eddie Venancio
  • Mad Miles: Miles McGowan
  • Heavy Metal: Kim Rhodes
  • C.C. Rider: Rich Vargas
  • Angel: Angela Stellato
  • Masked Warrior: Bill McAleenan
  • Knife Woman: Dianne Bertucci
  • Knife Man: Milt Loper
  • Finale Women: Tina Scyrater, Maria Lenytzkyj

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.atariprotos.com/7800/software/pitfighter/pitfighter.htm www.atariprotos.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi