Pisorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'entrata (2009)
Stabilimenti Pisorno nel 1938

Pisorno era il nome degli stabilimenti cinematografici di Tirrenia, frazione di Pisa.

Nel 1933, l'Ente Autonomo Tirrenia costruisce, su progetto dell'architetto Antonio Valente, un complesso di stabilimenti cinematografici a cui viene dato il nome Tirrenia Film. L'anno seguente, Giovacchino Forzano rileva la struttura e la rinomina Pisorno, nome che origina dalla fusione di Pisa e Livorno essendo equidistante dalle due città. Giovacchino Forzano era amico e collaboratore fidato di Benito Mussolini e gli stabilimenti dovevano servire a produrre film di propaganda. Pisorno è stata la prima città del cinema d'Italia prima che fosse creata Cinecittà nel 1937. Da allora vi furono girati solo film di seconda categoria.

Durante la seconda guerra mondiale gli studi furono requisiti dalle truppe americane che ne fecero il più grande deposito del Mediterraneo fino al 1948. Nel 1961 furono poi acquistati dalla Cosmopolitan Film di Carlo Ponti e ne presero il nome.

L'attività degli studi Cosmopolitan si interrompe definitivamente nel 1969.

Recitarono negli stabilimenti della Pisorno tra gli altri: Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale, Domenico Modugno, Vittorio Gassman, Klaus Kinski, Philippe Noiret, Eduardo, Peppino e Titina De Filippo. Tra i registi: Vittorio De Sica, Sergio Corbucci, Marco Ferreri, Elio Petri, Roberto Faenza, Luigi Zampa.

Dopo decenni di abbandono, attualmente[quando?] le strutture della Pisorno sono in fase di ristrutturazione, soprattutto per la realizzazione di residenze alberghiere.

Un aspetto rilevante della Pisorno fu inoltre la formazione di nuove professionalità fino ad allora scarsamente rappresentate in Italia: tecnici del suono e fonici, direttori e ispettori di produzione, molti dei quali, come la "dinastia dei truccatori Mecacci"[1], si trasferirono successivamente negli stabilimenti di Cinecittà.

Negli anni ottanta il nome Pisorno fu proposto per la creazione di un'unica squadra di calcio rappresentativa delle città di Pisa e Livorno (storicamente nemiche dal punto di vista sportivo) dall'allora presidente del Pisa Sporting Club Romeo Anconetani: la squadra avrebbe dovuto vestire un'uniforme con i colori di entrambe le squadre (amaranto per il Livorno, nerazzurro per il Pisa) e avrebbe dovuto giocare in un nuovo stadio da costruire ex novo al confine delle due province nei pressi di Coltano.

Nel romanzo inglese Cooking with Fernet Branca di James Hamilton-Paterson, l'azione si svolge ad un certo momento nei vecchi studi di Pisorno, che vengono restaurati per girare un film ambientato negli anni trenta.

Film girati negli studi Pisorno[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fabrizio Borgini, Chiara Sacchetti e Umberto Guidi, Livorno al cinema, Editrice L'Informazione, Livorno 1997, p. 21.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]