Pisco sour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pisco sour dal Perù

Il Pisco sour è un sour (cocktail) a base di pisco la cui invenzione è attribuita a Victor Morris[1], immigrato americano di Salt Lake City che si trasferì in Perù nel 1913. Dopo un'iniziale periodo passato a lavorare per la Cerro de Pasco Railroad Victor aprì il Morris Bar in centro a Lima che divenne in pochissimo tempo luogo di ritrovo dell'upper-class Peruviana e degli immigrati di madrelingua inglese.

Morris iniziò a servire Pisco Sour nel suo bar come alternativa al Whiskey Sour ed il cocktail continuò a mantenere popolarità anche dopo la morte di Morris nel 1929.[2]

Benché la sua origine sia contesa dal Cile, appare perciò evidente che il cocktail sia nato in Perù.

Il Pisco Sour è anche la bevanda nazionale del Perù dove si festeggia addirittura una festa nazionale il primo Sabato di Febbraio

Pisco alla peruviana[modifica | modifica wikitesto]

Viene preparato nello shaker agitando vigorosamente (meglio frullatore). Nello shaker va messo anche un albume di uovo e sul cocktail vanno fatte scendere quattro gocce di Amargo Chuncho Bitter. Si suggerisce max 2 cubetti di ghiaccio per persona.

Pisco alla cilena[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 parti di pisco
  • 1 parte di succo di limone
  • ghiaccio in cubetti
  • zucchero

Shekerare il pisco e il succo di limone. Decorare il bordo del bicchiere con lo zucchero, versare e aggiungere due cubetti di ghiaccio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici

  1. ^ Wikipedia EN, Pisco Sour.
  2. ^ Ghilardi Selezioni, Pisco Sour Storia e Ricette.