Pippi Calzelunghe (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Pippi Calzelunghe
Titolo originale Pippi Långstrump
Autore Astrid Lindgren
1ª ed. originale 1945
1ª ed. italiana 1958
Genere romanzo
Sottogenere fantastico
Lingua originale svedese
Protagonisti Pippi Calzelunghe

Pippi Calzelunghe è un libro per ragazzi del 1945 della scrittrice svedese Astrid Lindgren.

Genesi[modifica | modifica wikitesto]

Un francobollo tedesco del 2001 raffigurante Pippi Calzelunghe

Nel 1941 Karin, la figlia di Astrid Lindgren, ebbe una polmonite e ogni sera la madre si sedeva vicino al suo letto e le raccontava delle storie e fiabe. Accadde che una sera Karin le chiese la storia di Pippi Calzelunghe, un nome che si era inventata al momento: vista la stranezza del nome, la Lindgren decise che anche la storia della bambina dovesse essere oltremodo fuori dal comune. A Karin piacque così tanto la prima storia di Pippi che ne chiese sempre altre e negli anni seguenti Pippi divenne il principale personaggio dei racconti di casa Lindgren. Nel 1944, a causa di una caduta sul ghiaccio, la Lindgren si slogò una caviglia e fu costretta a letto; in quei giorni stenografò le storie di Pippi e scoprì che scrivere era divertente quanto leggere. Successivamente trascrisse Pippi in un manoscritto, da lei anche illustrato, che donò alla figlia per il suo decimo compleanno.

Pippi Calzelunghe fu poi pubblicato nel 1945 (Pippi Långstrump edizione Rabén & Sjögren). Tra il 1946 e il 1970 lavorò come editor di una collana per l'infanzia della editrice Rabén & Sjögren.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo, ambientato negli anni venti o quaranta del XX secolo, è la storia di Pippi Calzelunghe, un'eccentrica bambina che va a vivere da sola in una grande villa in un piccolo paese della Svezia, e di Tommy e Annika, due fratellini che fanno subito amicizia con lei. Insieme a Pippi, i due bambini vivono delle bizzarre e favolose avventure.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito, in ordine cronologico, le 37 edizioni mondiali del libro.

  • Svezia: Pippi Långstrump, Stockholm:Rabén & Sjögren, 1945. Illustrato da Ingrid Vang Nyman
  • Danimarca: Pippi Langstrømpe, Odense:Skandinavisk bogforlag, 1946. Illustrato da Ingrid Vang Nyman
  • Finlandia: Peppi Pitkätossu, Borgå/Helsingfors:Söderströms, 1946. Illustrato da Ingrid Vang Nyman
  • Norvegia: Pippi Langstrømpe, Oslo:Damm, 1946. Illustrato da Alice Midelfart
  • Islanda: Lína Langsokkur, Akureyri:Félagsútgáfan, 1948
  • Germania (Västtyskland): Pippi Langstrumpf, Hamburg:Oetinger, 1949. Illustrato da Walter Scharnweber
  • Stati Uniti: Pippi Longstocking, New York:Viking, 1950. Illustrato da Louis S. Glanzman
  • Francia: Fifi Brindacier, Hachette, 1951
  • Olanda: Pippi Langkous, Assen:Born, 1952
  • Austria: Pippi Langstrumpf, Wien:Buch-Gemeinschaft Jung-Donauland, 1954. Illustrato da Walter Scharnweber och Anton Marek
  • Regno Unito: Pippi Longstocking, London:Oxford University Press, 1954. Illustrato da Richard Kennedy
  • Slovenia: Pika Nogavicka, Mladinska knjiga, 1958
  • Italia: Pippi Calzelunghe, Vallecchi, 1958
  • Polonia: Pippi Pończoszanka, Warszawa:Nasza księgarnia, 1961. Illustrato da Zbigniew Piotrowski
  • Spagna: Pippa Mediaslargas. Barcelona:Juventud, 1962. Illustrato da Richard Kennedy
  • Giappone: Ochame-na Pippi, Tokyo:Kodansha, 1963. Illustrato da Shigeru Kosaka
  • Serbia: Pipi dugačka čarapa, Belgrad:Mlado pokolenje, 1963. Illustrato da Saśa Miśić
  • Estonia: Pipi Pikksukk, Tallinn:Eesti Raamat, 1968.
  • Slovacchia: Pippi dlhá pančucha, Bratislava:Mladé letá, 1968. Illustrato da Karel Teissig
  • Bulgaria: Narodina Mladeż, 1968. Illustrato da Ingrid Vang Nyman
  • Africa: Pippi Langkous, Human & Rousseau, 1970
  • Iran: Pipī Ğūrāb-baland, Teherean:Kitābhā-ji ğǐb, 1971. Illustrato da Richard Kennedy
  • Brasile: Bibi Meia-Longa, Rio de Janeiro:Edições de Ouro, 1973. Illustrato da Lúcia Machado de Almeida
  • Turchia: Pippi Uzunçorap ıssız köşkte, Arkadaş kitaplar, 1975
  • Grecia: Pipe Phakidomyte, Metope, 1978
  • Galles: Pippi Hosan-hir, Gwasg y dref wen, 1978
  • Indonesia: Pippi Si Kaus Penjang, PT Gramedia, 1982
  • Corea: Malkwallyangi Ppippi, Chongno sojok, 1982
  • Catalogna: Pippi Calcesllargues, Juventud, 1982
  • Macedonia: Pipi dolgiot carap, Detska radost, 1990
  • Sri Lanka: Pipi Digames, V. Gunaratna, 1991
  • Fär Öer: Pipi Langsokkur, Førøya lærarafelags, 1993
  • Cina: China Times, 1994
  • Thailandia: Pippi Thung-taow Yaow, Amarin 1994
  • Paesi Baschi: Pippi Kaltzalue, Elkar, 1995
  • Arabia: Jiñan fi bayt ya layta, Dar Al-Muna, 1996
  • Romania: Egmont, 1996

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura