Pioneer One

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pioneer One
Titolo originale Pioneer One
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2010
Formato webserie
Genere fantascienza
Stagioni 1
Episodi 6
Durata 35 min (1º episodio), 38 min (2º episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 720p
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Josh Bernhard, Bracey Smith
Interpreti e personaggi
  • James Rich: Tom Taylor
  • Alexandra Blatt: Sophie Larson
  • Matthew Foster: Dr. Zachary Walzer
  • Guy Wegener: Vernon
  • E. James Ford: Dileo
  • Laurence Cantor: Norton
  • Joe Amato: Clive
  • Kathleen O'Loughlin: Christa
Pubblicazione

Pioneer One è una webserie di fantascienza del 2010, ideata da Josh Bernhard e Bracey Smith. Il primo episodio è stato reso disponibile a partire da giugno 2010. La serie è stata realizzata esclusivamente attraverso donazioni da parte degli utenti, e viene distribuita gratuitamente attraverso i circuiti BitTorrent.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una misteriosa navicella precipita al suolo, diffondendo pericolose radiazioni nell'atmosfera. Il dipartimento della Sicurezza Interna statunitense indaga sull'accaduto, scoprendo che si tratta di un antico velivolo dell'Unione Sovietica, il cui pilota all'interno appare ammalato di cancro.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 Josh Bernhard e Bracey Smith avevano realizzato il film indipendente The Lionshare, e grazie al successo ottenuto, la piattaforma VODO si offrì di distribuire il successivo progetto[1]. La pianificazione prevedeva la realizzazione del primo episodio tra marzo e maggio 2010, per il lancio in giugno[1]. Bernhard iniziò a sviluppare l'idea della serie e scrisse il copione in soli tre giorni[1], mentre il casting call si svolse a Manhattan, in due giorni[1].

Il primo episodio viene così realizzato con un budget di circa 6.000 dollari[1], giunto attraverso donazioni da parte degli utenti[2], e l'intero progetto, di episodio in episodio, viene realizzato in base alle donazioni ricevute[3] (con anche, a seconda che la donazione superi i 5, 10, 25 o 100 dollari, in omaggio rispettivamente l'mp3 della sigla, un video con le scene eliminate, il commento degli autori, oppure il proprio nome sui credits dell'episodio[4]).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie viene distribuita con la collaborazione dei circuiti VODO, EZTV e The Pirate Bay[5].

L'episodio pilota è stato scaricato 84.000 volte nel primo giorno di distribuzione[6] e 420.000 volte durante la prima settimana[7], 170.000 volte in più di quanto Jamie King, fondatore di VODO, aveva previsto[6]. Nella prima settimana le donazioni avevano già raggiunto la quota di 16.000 dollari[7], arrivando a 20.000 nella seconda settimana, con più di un milione di download[8].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del New York Television Festival 2010 la serie è stata premiata come Best Drama Pilot all'interno della categoria Independent Pilot Competition[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Pioneer One, il prototipo dei telefilm del futuro
  2. ^ Pioneer One, raggiunti 20 mila dollari per altri tre episodi. Oltre un milione di download in due settimane
  3. ^ Pioneer One, il primo telefilm scaricabile legalmente via torrent
  4. ^ Pioneer One, raggiunti 20 mila dollari per altri tre episodi. Oltre un milione di download in due settimane
  5. ^ Pioneer One (Pilot)
  6. ^ a b Original Series Pioneer One Debuts Directly To P2P Networks
  7. ^ a b Falling Upwards: Pioneer One shows the way for VODO
  8. ^ BitTorrent Only TV-Show Becomes Huge Success da TorrentFreak
  9. ^ New York Television Festival Announces Winners, tv.broadwayworld.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione