Pioggia gelata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La pioggia gelata è una forma di precipitazione solida, detta anche pioggia ghiacciata (con la quale però talvolta s'intende la pioggia congelantesi) formata da granelli di ghiaccio duri, trasparenti o traslucidi, di diametro minore di 6 mm. A differenza della grandine e della gragnola i granelli non hanno un nucleo e hanno forma sferica o irregolare, raramente conica.

I granelli della pioggia gelata si formano dai fiocchi di neve che si originano da nuvole come altostrati o nembostrati e che attraversano uno strato di aria con temperatura intorno a 0 °C, sciogliendosi in parte ma conservando tracce della struttura cristallina del fiocco. Queste gocce rimangono nello stato di sopraffusione ma, se incontrano uno strato d'aria con temperatura inferiore a 0 °C, possono ricongelare.

I granelli rimbalzano e non si frantumano quando cadono su una superficie. Questa precipitazione è spesso intermedia tra la pioggia e la pioggia congelantesi. Il codice METAR per la pioggia gelata è PL.

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il fenomeno della pioggia gelata è frequente in Pianura Padana quando correnti calde alle medie quote si insinuano sopra lo strato di aria fredda più pesante che resiste al suolo, noto come cuscino freddo, dove la temperatura resiste al di sotto dello 0 °C.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

meteorologia Portale Meteorologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di meteorologia