Pioggia congelantesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dettaglio di piante colpite dalla pioggia congelantesi
Zlodowacenie - Marznący deszcz 6.JPG

La pioggia congelantesi è un tipo di precipitazione che, al contrario della neve, è ancora liquida mentre fluttua nell'aria e congela all'istante quando tocca un oggetto. Il suo codice METAR è FZRA. Per questo la pioggia congelantesi imperla tutto di uno strato di ghiaccio trasparente ed è un gran pericolo per gli automobilisti. In particolare, se l'aria è a temperatura inferiore a 0 °C si parla propriamente di gelicidio; se la pioggia si solidifica su oggetti raffreddati per irraggiamento con temperatura dell'aria leggermente superiore a 0 °C si parla di vetrone.

La pioggia congelantesi si forma nelle nubi sotto forma di fiocchi di neve che, successivamente mentre precipitano si sciolgono completamente, incontrando degli strati di aria sopra 0 °C, dando origine a pioggia. Quando incontrano in prossimità del suolo uno strato d'aria sotto 0 °C a causa della tensione superficiale delle gocce stesse, della velocità di caduta ma soprattutto per la mancanza di nuclei di cristallizzazione (vedi nucleazione) come impurità o cristalli di ghiaccio, non ricongelano ma permangono in uno stato liquido detto di sopraffusione. Questo si verifica soprattutto quando vi sono inversioni termiche al suolo.

Quando queste gocce sopraffuse toccano l'oggetto su cui cadono, quest'ultimo funge da nucleo di cristallizzazione permettendo la solidificazione che in quelle condizioni è istantanea. Quindi, in alternativa, se permangono tracce del fiocco di neve le gocce, per lo stesso motivo, possono ricongelare e formare, nel passaggio attraverso uno strato d'aria fredda, una pioggia gelata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


meteorologia Portale Meteorologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di meteorologia