Pio Fedi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Ratto di Polissena, Pio Fedi (foto d'epoca)

Pio Fedi (Viterbo, 7 giugno 1816Firenze, 31 maggio 1892) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si formò all'Accademia di Belle Arti di Firenze ed ebbe modo di visitare anche Vienna, per due anni, dal 1837 al 1838. Fin dalla sua gioventù la sua produzione è particolarmente ricca di disegni e bozzetti.

In quegli anni a Firenze si scontravano due correnti in scultura, e lui seguì prima la linea purista per poi avvicinarsi a quella del realismo ideale.

Scolpì due sculture per il loggiato degli Uffizi (Nicola Pisano - firmata - e Andrea Cesalpino), ma il suo lavoro più noto è il Ratto di Polissena, dal vivo dinamismo, unica scultura moderna scelta per figurare nella Loggia della Signoria (1866).

Tra le molte opere si ricordano anche la Libertà della Poesia per il monumento funebre di Giovan Battista Niccolini in Santa Croce (probabile ispirazione per la celebre Statua della Libertà di Bartholdi), il disegno del Monumento al Generale Manfredo Fanti in Piazza San Marco a Firenze, o la statua di Pietro Torrigiani nel Giardino Torrigiani.

Il suo studio si trovava dal 1842 in via dei Serragli, in una curiosa ex-chiesa che ancora oggi viene indicata come la Galleria Pio Fedi.

È sepolto nel cimitero monumentale dell'Antella.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]