Piliocolobus foai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Colobo rosso dell'Africa Centrale[1]
Immagine di Piliocolobus foai mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Superfamiglia Cercopithecoidea
Famiglia Cercopithecidae
Sottofamiglia Colobinae
Genere Piliocolobus
Specie P. foai
Nomenclatura binomiale
Piliocolobus foai
(de Pousargues, 1899)

Il colobo rosso dell'Africa Centrale (Piliocolobus foai) è una scimmia del Vecchio Mondo della famiglia dei Cercopitecidi. Vive nelle foreste umide della Repubblica Democratica del Congo, della Repubblica del Congo, della Repubblica Centrafricana e del Sudan[1].

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La tassonomia di questa specie è piuttosto confusa. Piliocolobus foai era ritenuto, insieme a tutti gli altri colobi rossi, una sottospecie di Piliocolobus badius[3]. Quando venne elevato al rango di specie separata gli venne inizialmente assegnato il nome scientifico di Piliocolobus oustaleti (Trouessart, 1906)[4], ma si trattava di una svista, dato che il taxon foai precede l'oustaleti di 7 anni[1]. Inoltre veniva considerato come sua sottospecie il taxon tephrosceles[4], ma in seguito agli studi di Groves (2001) anche quest'ultimo è stato riconosciuto come una specie separata, il colobo rosso dell'Uganda. Per come viene considerato attualmente, il colobo rosso dell'Africa Centrale viene suddiviso in 5 sottospecie, nonostante varino molto a seconda dell'autore e siano molto difficili da distinguere l'una dall'altra[1]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Colin Groves in D.E. Wilson e D.M. Reeder (a cura di), Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, pp. 12100625, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ Butynski, T. & Members of the Primate Specialist Group (2000). Procolobus badius ssp. foai. 2007 IUCN Red List of Threatened Species. IUCN 2007. Retrieved on 2008-04-20.
  3. ^ Rowe, N., The Pictorial Guide to the Living Primates, Pogonia Press, Charlestown, Rhode Island, 1996, ISBN 0-9648825-0-7.
  4. ^ a b Kingdon, J., The Kingdon Guide to African Mammals, Academic Press Limited, London, 1997, ISBN 0-12-408355-2.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi