Pietro del Monte (umanista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro del Monte
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Brescia
Consacrato vescovo 1442
Deceduto 1457

Pietro del Monte (Venezia, 1390Roma, 12 gennaio 1457) è stato un giurista, umanista e vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Discepolo di Guarino Veronese, che dal 1411 aveva aperto a Venezia una scuola di greco, in seguito studiò a Parigi, dove divenne maestro di filosofia; tornato in Italia, s'iscrisse all'Università di Padova, conseguendo nel 1433 la laurea in giurisprudenza.

Nello stesso anno, nominato protonotario apostolico, fu inviato da Eugenio IV al Concilio di Basilea. Messosi in mostra per la sua cultura, fu dallo stesso consesso inviato nel 1434 a Roma, come legato apostolico, al fine di perorare la liberazione del cardinale Francesco Condulmer, nipote del pontefice, ma durante il viaggio venne imprigionato dalle milizie di Niccolò Fortebraccio.

Liberato anche grazie all'intermediazione dell'amico Francesco Barbaro, dal 1436 al 1440 fu collettore e legato pontificio in Inghilterra, Scozia e Irlanda, formando con altri umanisti un sodalizio che si mise in luce, in particolare, per la traduzione dei classici latini e greci.

Dal 1441 al 1444 fu legato in Francia, mentre nel 1442 fu consacrato vescovo di Brescia (in cui però giungerà solo nel 1445), mantenendo tale ufficio sino alla morte. In contatto anche con Poggio Bracciolini, alcuni suoi commenti si stratificarono nella storia del diritto canonico. Fra i suoi scritti, pubblicati per lo più postumi, si segnalano il Monarchia in qua generalium conciliorum materia de potestate prestantia & excellentia Romani pontificis & imperatoris plenissime discutitur (Lugduni 1512, poi Romae 1537) e il De vnius legis veritate et sectarum falsitate opus vtilissimum & perspicacissimum (Mediulanum 1522).

Fu anche nominato, da Papa Niccolò V, governatore di Perugia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Nunzio apostolico per l'Inghilterra, la Scozia e l'Irlanda Successore Flag of the Vatican City.svg
 ? 1436 - 1440  ?
Predecessore Nunzio apostolico in Francia Successore Flag of the Vatican City.svg
 ? 1441 - 1444  ?
Predecessore Vescovo di Brescia Successore BishopCoA PioM.svg
Francesco Marerio 23 marzo 1442 - 12 gennaio 1457 Bartolomeo Malipiero