Pietro Vidoni (1610-1681)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro Vidoni
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinalbishop.svg
Nato 8 novembre 1610, Cremona
Creato cardinale 5 aprile 1660 da papa Alessandro VII
Deceduto 5 gennaio 1681, Roma

Pietro Vidoni (Cremona, 8 novembre 1610Roma, 5 gennaio 1681) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia nobile e nipote del cardinale Girolamo Vidoni, dopo aver studiato in varie università italiane, in giovane età si recò a Roma.

Durante il pontificato di papa Urbano VIII occupò le cariche di Governatore di Rimini, Tivoli, Sabina, Orvieto e Spoleto. Venne consacrato vescovo di Lodi il 9 ottobre 1644 e fu nunzio apostolico in Polonia dal 1652 al 1660.

Papa Alessandro VII lo elevò al rango di cardinale-presbitero nel concistoro del 5 aprile 1660, con il titolo di San Callisto (nel 1673 optò per il titolo di San Pancrazio fuori le mura). Legato pontificio a Bologna nel 1662, partecipò al conclave del 1669-1670, ma la Spagna pose il veto sulla sua elezione[1].

Camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali (1675-1676), morì a Roma il 5 gennaio 1681: venne sepolto nella chiesa dei carmelitani di Santa Maria della Vittoria, accanto allo zio. Un suo discendente omonimo, Pietro Vidoni iuniore, fu anch'egli cardinale.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giancarlo Zizola, Il conclave. Storia e segreti. L'elezione papale da San Pietro a Giovanni Paolo II, Roma, Newton & Compton, 1993, p. 124.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Lodi Successore BishopCoA PioM.svg
Clemente Gera 1644 - 1669 Serafino Corio

Controllo di autorità VIAF: 89106004