Pietro Satta Branca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro Satta Branca

Sindaco di Sassari
Durata mandato 6 febbraio 1902 –
1907
Predecessore Gaetano Mariotti
Successore ---

Pietro Satta Branca (Sassari, 26 ottobre 186114 luglio 1923) è stato un politico, avvocato e storico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fu sindaco di Sassari nell'età giolittiana, fondatore nel 1891 de La Nuova Sardegna[1] (insieme a Pietro Moro ed Enrico Berlinguer, nonno dell'omonimo storico segretario del PCI).

Radicale e liberale, inviò un telegramma di adesione al 1º Congresso sardo del libero pensiero, organizzato nel 1908 (nell'anniversario della Breccia di Porta Pia) dall'associazione Giordano Bruno a Tempio[2].

Fu tra i fondatori dell'Unione popolare, piccola maison du peuple, strumento di alfabetizzazione e di indottrinamento politico[1].

Il figlio, Arnaldo Satta Branca, fu membro del Partito Sardo d'Azione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b La fucilazione di Efisio Tola che leggeva «libri sediziosi»
  2. ^ :: Avvenimenti ::


Predecessore Sindaco di Sassari Successore Sassari-Stemma.png
Gaetano Mariotti dal 1902 - 1907 ---