Pietro Orseolo d'Ungheria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro Orseolo d'Ungheria

Pietro Orseolo (Venezia, 1011Székesfehérvár, 1058) fu Re d'Ungheria.

Stemma degli Orseolo.

Appartenente alla famiglia veneziana degli Orseoli, era figlio del doge di Venezia Ottone Orseolo e di Geiza, sorella di Stefano I, re d'Ungheria.

Designato da Stefano I alla successione, salì al trono alla morte dello zio, portando la corona dal 1038 al 1041 e dal 1044 al 1046.

Poco dopo il suo avvento al trono, la politica di Pietro di accogliere elementi stranieri a corte offese la nobiltà ungherese contribuendo alla sua destituzione e all'incoronazione di Samuel Aba come suo sostituto.
Pietro riuscì però ad ottenere il sostegno dell'imperatore Enrico III, che sconfisse Samuel e ripristinò Pietro sul trono di Santo Stefano in cambio di un giuramento di fedeltà.
Dopo appena due anni, però, Pietro venne nuovamente deposto a seguito di una rivolta pagana che sconvolse l'Ungheria.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Nicola Asztalos, Alessandro Pethö, Storia dell'Ungheria, Milano, Genio, 1937

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re d'Ungheria Successore Coat of arms of Hungary.png
Stefano I 1038 - 1041 Samuel Aba I
Samuel Aba 1044 - 1046 Andrea I II
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie