Pietro Miliani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pietro Miliani (17441817) è stato un imprenditore italiano, fondatore delle storiche Cartiere Miliani Fabriano nel 1782.

Nato di modesta condizione, fu prima dipendente, poi conduttore ed infine proprietario di cartiere. Grazie alle sue capacità imprenditoriali e commerciali, riuscì a rilanciare l'industria cartiera fabrianese, dopo aver ottenuto in concessione dal conte Antonio Vallemani l'impianto. Ciò fu possibile anche e soprattutto in virtù dell'esperienza di cartaro, che gli consentì anzitutto di comprendere che il tempo della produzione in valchiera era ormai anacrinistico e andava rifondato: si risolse pertanto a migliorare il prodotto e il processo tecnico per la fabbricazione della carta, perseguendolo con l'impiego di ingenti investimenti per il rinnovo delle attrezzature e l'utilizzo di moderni ritrovati[1].

Dopo aver compiuto numerosi esperimenti, riuscì a produrre la pregiata carta di Francia (o velina), particolarmente apprezzata da molti artisti; proprio queste innovazioni, apportate dal Miliani alle forme di fabbricazione di questo tipo di carta, vennero copiate in tutta Europa. Inoltre intrattenne e consolidò solide amicizie con numerosi aritisti e tipografi, a cominciare da Giovanni Battista Bodoni.[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guida artistica di Fabriano, books.google.it. URL consultato il 7-7-2010.
  2. ^ I Miliani fabbricanti di carta, museodellacarta.com. URL consultato il 7-7-2010.