Pietro Alò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Pietro Alò
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Luogo nascita Villa Castelli, Italia Italia
Data nascita 14 novembre 1947
Titolo di studio laurea in Scienze Politiche
Professione politico
Partito Partito della Rifondazione Comunista
Legislatura XII Legislatura della Repubblica Italiana
Gruppo I Progressisti
Coalizione Partito Democratico della Sinistra-Partito della Rifondazione Comunista-Federazione dei Verdi
Circoscrizione XXI (Puglia)

Pietro Alò (Villa Castelli, 14 novembre 1947Roma, 15 giugno 2005) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato da famiglia di tradizione socialista e contadina, si laurea in Scienze Politiche con una tesi sulla lotta contro il caporalato presso la Sapienza Università di Roma negli anni novanta. Muore a Roma nel 2005, giace nel suo comune natio e rappresenta un esempio di impegno civile e politico per la sua città, il 15 giugno 2006 è ricordato con la presentazione del libro Lo zingaro e il comunista, ritratto di Pietro Alò, il 24 giugno 2011 nell'ambito della serie di iniziative Altro Sud, altro Nord si è svolta a Villa Castelli la presentazione del suo libro postumo Il Caporalato nella tarda modernità, l'iniziativa è stata riproposta il 6 marzo 2012 a Milano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Di formazione extraparlamentare, è uno dei protagonisti del 68 a Villa Castelli, e del movimento studentesco a Brindisi. Nel 1969 è tra i fondatori del Circolo Lenin di Puglia, un gruppo evidenziatosi per le esperienze radicali di lotta più che per il rigore teorico e dottrinario dell'elaborazione politica. Vicino al Movimento Lavoratori per il Socialismo e membro spesso dissidente del Partito di Unità Proletaria aderisce al Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer di Villa Castelli (sezione Antonio Gramsci). Si distingue per la sua attività in Consiglio Comunale e nelle piazze contro il fenomeno del caporalato. Nel 1991 esce dal PCI, avviatosi a diventare Partito Democratico della Sinistra, per aderire al Partito della Rifondazione Comunista sin dalla sua creazione.

Ruoli ricoperti[modifica | modifica sorgente]

Fondazioni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • P. Mita, Lo zingaro e il comunista, ritratto di Pietro Alò, ed. Il punto rosso, Milano 2006.
  • P. Alò, Il caporalato nella tarda modernità,Wip Ed., Bari 2010, (P.Alò, Tesi di Laurea, facoltà di scienze politiche, Università di Roma La Sapienza)

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • La follia degli onesti, genere: documentario.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]