Pietre pitte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riproduzione della Hilton di Cadboll Stone di II classe posta nell'originale collocazione; i resti dell'originale sono al Museo Scozzese.

Le pietre pitte sono stele monumentali trovate in Scozia, in buona parte a nord della linea Clyde-Forth. Queste pietre sono le prove più evidenti rimaste riguardo ai Pitti e si pensa di poterle datare dal VI al IX secolo.

Scopo e significato[modifica | modifica sorgente]

La pietra di Kirkyard (800 d.C. ca.), Aberlemno

Lo scopo e il significato delle pietre sono poco comprensibili. Possono essere servite come monumenti commemorativi, portando incisi i simboli dei clan di appartenenza, lignaggio o parentela. Alcune come la Eassie Stone raffigurano antiche ceremonie e rituali.[1] Un piccolo numero di pietre pitte sono state trovate in associazione con le sepolture, ma queste probabilmente non sono poste nella loro collocazione originaria. Magari possono avere delimitato territori tribali o lignaggi.

I simboli potrebbero essere un tipo di sistema pittografico di scrittura e i simboli più antichi farebbero pensare ad un sistema di costellazioni esclusivo dei Pitti.[2] Ci sono circa 35 simboli differenti sulle pietre. Questi comprendono simboli astratti ai quali sono stati assegnati nomi descrittivi arbitrari dai ricercatori (come mezzaluna e bastone a V, doppio disco e bastone a Z) o pitture schematiche approssimate di animali (come vipera, salmone, lupo, cervo, aquila e la mitica Bestia Pitta). Ci sono anche rappresentazioni di oggetti quotidiani come specchio e pettine, che potrebbero essere stati usati da persone di sesso femminile con un alto status sociale. I simboli sono quasi sempre disposti in coppia o serie di coppie, talvolta con specchio e pettine sottostante, perciò si deduce che potessero rappresentare lignaggio o parentela (come due genitori/clan).

I simboli raramente possono essere trovati nella gioielleria, come le placche di argento provenienti dal tesoro della Legge di Norrie trovato a Fife all'inizio del XIX secolo. Tuttavia, molto poco dei manufatti metallici pitti è sopravvissito in confronto a quelli delle culture vicine. I simboli vengono a volte trovati anche su altri oggetti mobili come dischi in pietra e osso, soprattutto nelle Isole Settentrionali. Forme semplici e antiche dei simboli sono intagliati sulle pareti di grotte costiere a East Wemyss, Fife e Covesea, Moray.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Pietra del Serpente Aberlemno (Aberlemno Serpent Stone), pietra pitta di I classe

Nei "Primi monumenti cristiani di Scozia" (The Early Christian Monuments of Scotland, 1903) J Romilly Allen e Joseph Anderson furono i primi a classificare le pietre pitte in tre gruppi. I critici hanno notato la debolezza del sistema, ma esso è ormai largamente conosciuto e viene ancora usato.

  • 1a Classe — le pietre non lavorate che hanno solo simboli incisi. Non c'è nessuna croce in nessuno dei lati. Le pietre di 1a Classe risalgono al VI, VII ed VIII secolo.
  • 2a Classe — Le pietre di forma più o meno rettangolare con una grande croce e simboli su uno o entrambi i lati. I simboli, come pure i motivi cristiani, sono intagliati in rilievo e la croce con i suoi contorni è riempita con disegni. Le pietre di 2a Classe risalgono all'VIII e IX secolo.
  • 3a Classe — queste caratteristiche pietre non hanno simboli pitti. Le pietre possono essere cross-slabs, lapidi adagiate, croci freestanding, e reliquiari in pietra composita. Esse risalgono all'VIII o IX secolo.

Siti[modifica | modifica sorgente]

Pietra pitta di 3a classe nella Cattedrale di Dunblane
La Nigg Stone, 790-799 d.C., 2a classe, mostra un'arpa pitta, animali e guerrieri in una illustrazione del XIX secolo, senza la sezione superiore.

Soltanto poche pietre si trovano nei loro siti originari; la maggior parte sono state spostate in musei o altri siti protetti. Alcuni dei più notevoli esempi e collezioni vengono elencate di seguito (l'elenco non garantisce però l'accesso senza restrizioni, poiché alcune pietre si trovano in terreni privati).

  • The Craw Stane, una pietra di 1a classe alta sei piedi sulla cima della collina, vicino Rhynie. Un salmone e una Bestia Pitta sono incise sul lato della facciata sud.
  • Dunblane Cathedral, Dunblane — questa pietra di 3a classe venne trovata nelle fondazioni della cattedrale di Dunblane durante la restaurazione. Essa si può vedere all'interno della Cattedrale.
  • Eassie Stone, sta tra le rovine della chiesa ad Eassie
  • Perth Museum, Perth — collezione di tre pietre pitte, St Madoes 1, Inchyra e Gellyburn.
  • Inverness Museum, Castle Wynd, Inverness — collezione di 8 pietre di 1a classe, compresa la Ardross Wolf e Deer's Head (due delle più belle sopravvissute con simboli animali, probabilmente in origine erano parti della stessa lastra), e un frammento che compete con un pezzo che si trova nel Castello di Dunrobin.
  • Knocknagael Boar Stone, Highland Council HQ, Glenurquhart St, Inverness — pietra di 1a classe che può essere vista attraverso una larga vetrina, trovata a Knocknagael nella periferia di Inverness.
  • Groam House Museum, Rosemarkie — collezione di frammenti di pietre pitte e una cross-slab di 2a classe. Il museo possiede anche una collezione d fotografie di pietre Pitte in Scozia
  • Churchyard Stone, Strathpeffer — pietra di 1a classe
  • Clach a'Mheirlich, Rosskeen — pietra di 1a classe in un campo.[3]
  • Shandwick Stone, Shandwickcross-slab di 2a classe protetta da vetro.[4]
  • Tarbat Discovery Centre, Portmahomack — grande collezione di frammenti recuperati negli scavi e informazioni riguardo ai Pitti.
  • Nigg Stone, Nigg dentro la precedente chiesa parrocchiale — cross-slab di 2a classe. Un suo frammento può essere trovato al museo di Tain
  • Tain and District Museum, Tain — pietra di 1a classe nel cortile e frammenti dal cimitero di Edderton e dal museo di Nigg.
  • Sharp Stone (Clach Biorach), Edderton — pietra di 1a classe in un campo (probabile collocazione originale), osservabile dal bordo della strada.
  • Kincardine Old Church, Ardgay — monumento funerario.
La Strathpeffer Eagle Stone di 1a classe
La Camus Stone di 3a classe, nei pressi di Carnoustie
  • Eagle Stone (Clach an Tiompain), Strathpeffer — antica pietra di 1a classe.
  • St. Demhan's Cross, Creich — pietra grezza con una croce, non adatta a nessuna classificazione.
  • Dunfallandy Stone (Clach an t-Sagairt, 'The Priest'e Stone'), Pitlochry — magnifica pietra di 2a classe (Scozia Storica).
  • Dunrobin Castle Museum, Golspie — collezione di oltre 20 pietre pitte di 1a e 2a classe collezionate dai Duki di Sutherland.
  • St Vigeans Museum, Arbroath — collezione di pietre pitte e medievali. Inclusa la Drosten Stone, una cross-slab di 2a classe, una delle due sole pietre con simboli pitti recanti un'iscrizione non-ogham.
  • Aberlemno Pictish stones, Aberlemno — trein un box durante i mesi invernali.
  • Elgin Museum, High St, Elgin — vasta collezione, dal cimitero della chiesa di Kinneddar.
  • Sueno's Stone, Forrescross-slab alta 6.5m (la più alta nelle Isole britanniche [senza fonte]) risalente al IX o X secolo, protetta da vetro (Scozia Storica).
  • The Camus Stone, nei pressi di Carnoustie; pietra di 3a classe.
  • Meigle Pictish Stones, Meigle, vicino Forfar — in una scuola trasformata in museo che espone possibilmente la più ricca collezione di pietre della Scozia (Scozia Storica).
  • Tote Stone, Tote nell'Isola di Skye — pietra di 1a classe in un piccolo recinto.
  • Trusty's Hill, nei pressi di Anwoth, Dumfries e Galloway — una serie of pietre di 2a classe.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) C. Michael Hogan, Eassie Stone, The Megalithic Portal, editor: Andy Burnham, 2007
  2. ^ (EN) Martin, H.C. (2007). "Il Linguaggio Perduto delle Stelle". Saint André de Valborgne: Virevolte. ISBN 978-2-9530732-0-1.
  3. ^ (EN) Ellen MacNamara, The Pictish Stones of Easter Ross, Tain, 2003
  4. ^ (EN) Dougla Scott, The Stones of the Pictish Peninsulas, Hilton Trust, 2004

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]