Pietre di Ardre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La più grande delle pietre di Ardre

Le pietre di Ardre sono un gruppo di dieci pietre runiche datate tra l'VIII e l'XI secolo. Furono usate come pavimentazione sotto le assi di legno della chiesa parrocchiale di Ardre, nel Gotland, e furono scoperte durante una restrutturazione avvenuta attorno al 1900. Oggi sono esposte presso l'Historiska museet di Stoccolma, in Svezia.

La pietra Ardre VIII[modifica | modifica sorgente]

La più grande e famosa di queste pietre è quella denominata Ardre VIII, risalente all'VIII[1] o IX secolo. Raffigura scene della mitologia norrena, soprattutto del Völundarkviða, di Thor che pesca per Miðgarðsormr, della punizione di Loki per la morte di Baldr,[2] e di Odino che cavalca nel Valhalla su Sleipnir. Altre immagini sulla pietra, come quella della donna sulla destra con due spade, non corrispondono a nessun mito norreno conosciuto.[2] Il disegno della longboat con i suoi marinai assomiglia in qualche modo all'arazzo di Överhogdal numero III, proveniente da Härjedalen, Svezia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ * Preben M. Sørensen, Williams, Kirsten (trad.), Þorr's Fishing Expedition (Hymiskviða) in Paul Acker e Carolyne Larrington (a cura di), The Poetic Edda: Essays on Old Norse Mythology, Routledge, 2002, p. 123, ISBN 0-8153-1660-7.
  2. ^ a b Judith Jesch, Women in the Viking Age, Woodbridge, Boydell Press, 1991, p. 128, ISBN 978-0-85115-360-5.
archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia