Pieter Lastman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Annunciazione (1618)

Pieter Lastman (Amsterdam, 1583Amsterdam, 4 aprile 1633) è stato un pittore, incisore e miniaturista olandese esponente principale del gruppo dei Pre-Rembrandtisti[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Apprese l'arte della pittura da Gerrit Pieterszoon Sweelink[2][3].

Nel 1603 visitò l'Italia, in particolare Roma, dove rimase fino al 1605[3] o al 1607[2] ed ebbe possibilità di conoscere direttamente le opere del Caravaggio e di Adam Elsheimer, fondamentali per la sua formazione artistica[3].

Divenuto seguace di Elsheimer[2][3], optò per una maniera più espressiva e di maggior forza drammatica, rappresentando soggetti storici con accenti realistici e attenzione alla psicologia dei personaggi[3], nei quali si nota l'influenza del Caravaggio[2].

Al suo ritorno in Olanda divenne un elemento di spicco nell'ambiente artistico di Amsterdam, dove rimase fino alla morte[3].

Oltre a soggetti di natura storica, mitologica e religiosa, rappresentò anche paesaggi ed architetture[2].

Ebbe numerosi allievi tra cui Bartholomeus Breenbergh, Nicolaes Lastman, suo fratello minore, Jan Lievens, Pieter Nedek, Rembrandt, Jan Rotius[2]. Fu fondamentale la sua influenza su Lievens e Rembrandt[3][4].

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il trionfo di Mordecai
  2. ^ a b c d e f Rijksbureau voor Kunsthistorische Documentatie
  3. ^ a b c d e f g Enciclopedia online Larousse
  4. ^ a b c The Web Gallery of Art
  5. ^ Viaggio di Abramo a Canaan
  6. ^ Oreste e Pilade
  7. ^ Susanna e i vecchioni
  8. ^ Angelo del Signore - Commons
  9. ^ Giunone scopre Giove con Io
  10. ^ Ulisse e Nausicaa
  11. ^ L'Angelo e Tobia con il pesce - Web Gallery of Art

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 47010928 LCCN: nr92018116