Pierre Cazaux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pierre Cazaux
Pierre Cazaux.jpg
Pierre Cazaux alla Quatre Jours de Dunkerque 2009
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Squadra GSC Blagnac
Carriera
Squadre di club
2005-2007 Entente Sud Gascogne
2008-2009 Roubaix-Lille Métr. Roubaix-Lille Métr.
2010 Française des Jeux Française des Jeux
2010 FDJ FDJ
2011-2012 Euskaltel Euskaltel
2013 GSC Blagnac
 

Pierre Cazaux (Saint-Palais, 7 giugno 1984) è un ciclista su strada francese, che corre nel GSC Blagnac, squadra dilettantistica francese. È stato professionista dal 2008 al 2012.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la carriera da professionista nel 2008 tra le file della squadra Roubaix-Lille Métropole, con la reputazione di corridore combattivo maturata tra i dilettanti[1]. Nella sua prima corsa, il Grand Prix d'Ouverture La Marseillaise si classifica al decimo posto[2]. Il migliore risultato di quell'anno in una corsa internazionale è il quarto posto al Tour du Doubs.

Nel 2009 si classifica quarto nella Classic Loire-Atlantique, quinto nella Boucles de l'Aulne, ottavo alla Paris-Corrèze e nono al Trophée des Grimpeurs. Nel 2010 passa alla FDJ, facendosi notare nella terza tappa della Quatre Jours di Dunkerque, durante la quale è protagonista di una lunga fuga.

L'anno dopo viene ingaggiato dall'Euskaltel-Euskadi, formazione basca[3]. In quella stagione partecipa al Giro d'Italia e alla Vuelta a España.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Prix Gilbert Bousquet

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2011: 124º
2012: 123º
2010: 110º
2011: 148º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2011: ritirato
2012: ritirato
2011: ritirato
2012: ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pierre Cazaux : « Un dossard sur le dos et tout me convient » in cyclismag.com, 5 gennaio 2010. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  2. ^ Pierre Cazaux garde l'esprit du panache in cyclismag.com, 3 febbraio 2008. URL consultato il 2 gennaio 2009.
  3. ^ Euskaltel confirme pour Pierre Cazaux in cyclismactu.net, 28 settembre 2010. URL consultato il gennaio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]