Piero Regnoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Piero Regnoli (Roma, 19 luglio 1921Roma, 27 aprile 2001) è stato uno sceneggiatore, regista, scenografo e produttore cinematografico italiano. È stato accreditato anche con gli pseudonimi di Martin Andrews, Dean Craig, Peter Lombard, Mario Pierotti, Pietro Regnoli[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dal 1949 al 1954 ha fatto parte della giuria della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Critico cinematografico del giornale del Vaticano l'Osservatore Romano, è ricordato per aver curato la sceneggiatura di 104 film fra il 1953 ed il 1991, fra cui diversi b-movie e film di genere (western all'italiana, film ispirati alla sceneggiata napoletana, poliziotteschi, horror, peplum, decamerotici e commedie erotiche all'italiana).

Come sceneggiatore ha esordito con Non è mai troppo tardi.

Il suo ultimo lavoro in questa veste è stato, nel 1994, La ragazza di Cortina.

È apparso come attore non accreditato nel film del 1973 Le amorose notti di Alì Baba.

Ricordato come una mente brillante del cinema italiano, capace di risolvere giochi enigmistici in ben nove lingue differenti.

Dalla moglie Sylvia Innocenzi Ceccarelli ha avuto la figlia Daniela Regnoli, fondatrice e attrice del Teatro Potlach.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regia[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vedi scheda IMDb

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 22349782