Piekary Śląskie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piekary Śląskie
distretto
Piekary Śląskie – Stemma Piekary Śląskie – Bandiera
Localizzazione
Stato Polonia Polonia
Voivodato POL województwo śląskie COA.svg Slesia
Amministrazione
Starosta Stanisław Korfanty
Territorio
Coordinate 50°23′02″N 18°56′38″E / 50.383889°N 18.943889°E50.383889; 18.943889 (Piekary Śląskie)Coordinate: 50°23′02″N 18°56′38″E / 50.383889°N 18.943889°E50.383889; 18.943889 (Piekary Śląskie)
Altitudine 350 m s.l.m.
Superficie 40 km²
Abitanti 59 494 (2006)
Densità 1 487,35 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale da 41-940 a 41-949
Prefisso (+48) 32
Fuso orario UTC+1
Targa SPI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Polonia
Piekary Śląskie
Sito istituzionale
Basilica di Santa Maria e San Bartolomeo

Piekary Śląskie (in tedesco Deutsch Piekar) è una città polacca del voivodato della Slesia. Dal 1975 al 1998 ha fatto parte del voivodato di Katowice. La città è un centro spirituale dell'alta Slesia, sede di un importante santuario mariano meta di pellegrinaggi e un centro mineriario.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La prima chiesa risale al periodo tra il 1303 e il 1318. L'insediamento ebbe un forte impulso con lo sfruttamento delle miniere di zinco e piombo nel XV secolo e subì un processo di germanizzazione che si fece più accentuato nel XVIII secolo. Soltanto nel 1922 il territorio entrò a far parte della Polonia a seguito del plebiscito che staccò l'alta Slesia dalla Germania. La città fu fondata nel 1934 con l'unione dei comuni di Szarlej e Wielkie Piekary. Nel 1975 a seguito di una riforma amministrativa vennero uniti a Piekary Śląskie i comuni di Dąbrówka Wielka, Brzeziny Śląskie, Brzozowice, Kamień e Kozłowa Góra.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Santuario mariano
  • Basilica di Santa Maria e San Bartolomeo, del 1842.

Distretti[modifica | modifica sorgente]

Distretti cittadini

La città di Piekary Śląskie è divisa in 7 frazioni (il numero tra parentesi indica gli abitanti censiti nel 1998):

  1. Kozłowa Góra (3.164)
  2. Centro (30.037)
  3. Szarlej (9.246)
  4. Brzozowice (2.058)
  5. Kamień (10.927)
  6. Brzeziny Śląskie (5.222)
  7. Dąbrówka Wielka (4.251)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia