Picnic a Hanging Rock (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Picnic a Hanging Rock
Titolo originale Picnic at Hanging Rock
Autore Joan Lindsay
1ª ed. originale 1967
Genere Romanzo
Sottogenere Mistery
Lingua originale inglese

Picnic a Hanging Rock è un romanzo della scrittrice australiana Joan Lindsay. La Lindsay scrisse il suo romanzo in quattro settimane[1] nella sua abitazione di Mulberry Hill, a Baxter nella penisola di Mornington nella regione sud-orientale australiana.

La prima edizione originale, della casa editrice Cheshire Publishing, risale al 1967 e fu distribuito in edizione tascabile, dalla Penguin Books, nel 1970.

Sebbene la scrittrice abbia sempre dichiarato che la storia è inventata, alcune sue frasi hanno fatto credere che si fosse ispirata a fatti veri.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 febbraio 1900, giorno di San Valentino, un gruppo di ragazze dell'aristocratico e vittoriano collegio Appleyard, a una cinquantina di chilometri da Melbourne in Australia, compiono una gita picnic ai piedi dell'immenso gruppo roccioso della Hanging Rock. La gita termina in tragedia quando tre ragazze e un'insegnante scompaiono nel nulla. Solo una ragazza del gruppo torna indietro in stato di shock, incapace di dare spiegazioni e priva di memoria sull'accaduto.

La polizia compie intense ricerche sulla roccia senza trovare alcun indizio delle scomparse, senza alcun risultato.

Il diciottesimo capitolo[modifica | modifica wikitesto]

L'autrice aveva in realtà scritto il finale con la soluzione del mistero, il cosiddetto XVIII capitolo, che è stato pubblicato, solo dopo la sua morte, nel 1987, in Australia e Gran Bretagna nel libro The Secret of Hanging Rock. In Italia il libro non è stato mai pubblicato e anche in Australia è attualmente fuori catalogo.

Il capitolo XVIII era stato eliminato da Joan Lindsay su richiesta dell'editore e alcune parti di esso sono contenute nel capitolo III che, per effetto di queste modifiche, appare contraddittorio in alcuni punti. La soluzione è perfettamente in linea con le intenzioni dell'autrice e con il suo stile e può essere letta, come il resto del libro, su molti piani diversi.

Possibili spiegazioni sulla scomparsa delle ragazze[modifica | modifica wikitesto]

Prima della pubblicazione del capitolo XVIII erano state pubblicate innumerevoli ipotesi:

Nel 1980 la scrittrice australiana Yvonne Rousseau ha scritto il libro Murders at Hanging Rock che propone cinque diverse (ma contraddittorie) soluzioni basate sugli indizi apparentemente lasciati dalla scrittrice.[2]

La spiegazione basata sulla frana che avrebbe sepolto le ragazze non è del tutto in contraddizione con il finale scelto dall'autrice, mentre le ipotesi fantascientifiche (porte per altre dimensioni o UFO) sono del tutto inverosimili nell'ambito dello spirito dell'opera e dell'autrice. Da scartare anche le ipotesi poliziesche (rapimento, fuga con ragazzi, omicidio) che, oltre ad essere banali, sembrano anch'esse lontane dallo spirito di Joan Lindsay.

Come ogni storia che sfugge ad una classificazione di genere ed è senza tempo, e malgrado la soluzione proposta dalla Lindsay (che non è stata accolta favorevolmente tanto è vero che il capitolo XVIII non è stato più pubblicato dopo il 1987), la ricerca di una soluzione resta di proprietà di ogni lettore che potrà divertirsi, in ogni momento, a collegare indizi e fatti nell'enigmatico libro della Lindsay.

Una storia vera?[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo è scritto nella forma di un falso documento, implicando che è basato su una storia vera, e comincia e finisce con un prologo e un epilogo pseudo-storici, che aggiungono un alone complessivo di mistero alla storia. Tuttavia, mentre Hanging Rock è una reale formazione geologica situata vicino a Mt Macedon, la storia è completamente inventata. La Lindsay ha spesso negato di essersi ispirata a fatti di cronaca. Del resto, è ben evidente che il 14 febbraio 1900 era un mercoledì, e non un sabato come raccontato nella storia.

Per dare enfasi alla verosimiglianza della storia, in coda al romanzo è riportato un finto articolo di giornale "tratto" da un non meglio precisato giornale di Melbourne, datato 14 febbraio 1913 che dice quanto segue:

« Sebbene il giorno di San Valentino sia in genere dedicato allo scambio di regali e ad affari di cuore, sono trascorsi esattamente tredici anni da quel fatale sabato in cui un gruppo di circa venti allieve e due insegnanti partì dall'Appleyard College sulla strada di Bendigo per un picnic a Hanging Rock. Una delle insegnanti e tre ragazze scomparvero nel pomeriggio. Solo una venne poi ritrovata. La Hanging Rock è una struttura spettacolare di origine vulcanica che si eleva dalle pianure ai piedi del monte Macedon, di particolare interesse geologico per le sue uniche formazioni rocciose, tra le quali dei monoliti e buche e caverne presumibilmente senza fondo, fino a poco tempo fa inesplorate. Si pensò a quell'epoca che le persone scomparse avessero tentato di scalare le pericolose scarpate vicino alla cima, dove probabilmente erano perite; ma se per incidente, suicidio o assassinio volontario, non è stato accertato, poiché le salme non vennero mai rinvenute.

Approfondite ricerche condotte dalla polizia e dagli abitanti della zona relativamente circoscritta non fornirono alcun indizio per risolvere il mistero, finché la mattina del sabato 21 febbraio, l'onorevole Michael Fitzhubert, un giovane inglese in vacanza sul monte Macedon (ora domiciliato in una fattoria di allevamento di sua proprietà nel Queensland settentrionale) non scoprì una delle tre ragazze scomparse, Irma Leopold, che giaceva priva di sensi alla base di due enormi massi. La sventurata fanciulla in seguito si riprese, ma una ferita alla testa annullò in lei qualsiasi ricordo di tutto ciò che era accaduto dopo che insieme alle compagne aveva intrapreso la scalata delle quote più alte. La ricerca proseguì per parecchi anni tra grandi difficoltà, a causa della misteriosa morte della direttrice dell'Appleyard College pochi mesi dopo la tragedia. L'edificio del collegio fu completamente distrutto da un incendio della boscaglia nell'estate successiva. Nel 1903, due cacciatori di conigli accampati alla Hanging Rock trovarono un brandello di stoffa e pizzo che la polizia ritenne appartenesse alla sottoveste che indossava l'insegnante scomparsa il giorno del picnic.
In questa storia straordinaria compare brevemente un personaggio piuttosto scialbo: una ragazza quattordicenne di nome Edith Horton, allieva dell'Appleyard College, che aveva accompagnato le altre tre per un tratto verso la Roccia. Costei ritornò al tramonto dalle altre gitanti attraversando il fiumicello più a valle, in preda a una crisi isterica e non in grado, né allora né mai più in seguito, di rammentare qualcosa di quanto era accaduto in quel breve lasso di tempo. Nonostante ripetuti interrogatori nel corso degli anni, la signorina Horton è morta di recente a Melbourne senza avere fornito alcuna ulteriore informazione.
La contessa de Latte-Marguery (Irma Leopold, prima del matrimonio) risiede attualmente in Europa. Di tanto in tanto la contessa ha concesso interviste a vari organismi interessati al caso, tra i quali la Società di Ricerche Psichiche, ma non ha mai ricordato nulla oltre a quanto era stata in grado di richiamare alla mente riprendendo conoscenza. Pertanto il Mistero del Collegio, come quello del famoso caso della "Marie Celeste", rimarrà probabilmente per sempre insoluto. »

Considerando però che sia il 14 che il 21 febbraio 1900 non erano sabato, ma mercoledì, l'articolo è ovviamente fasullo.

Dopo l'uscita del romanzo, molte persone in Australia hanno setacciato giornali e riviste in cerca dei fatti originari, senza alcun frutto.

All'inizio del primo capitolo, la Lindsay ha inserito questa piccola nota a piè di pagina, che riassume meglio di ogni altra cosa lo spirito dell'autrice:

« Se Picnic a Hanging Rock sia realtà o fantasia, i lettori dovranno deciderlo per conto proprio. Poiché quel fatidico picnic ebbe luogo nell’anno 1900 e tutti i personaggi che compaiono nel libro sono morti da molto tempo, la cosa pare non abbia importanza. »

L'Appleyard College è ispirato alla Clyde Girl's Grammar School ad East St Kilda, Melbourne, che Joan Lindsay frequentò da ragazza. Incidentalmente, questa scuola fu trasferita nella città di Woodend, Victoria, nelle immediate vicinanze di Hanging Rock nel 1919.[senza fonte]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Picnic ad Hanging Rock.

Il primo a voler adattare il romanzo sulla schermo fu Tony Ingram, un filmmaker quattordicenne, che chiese il permesso a Joan Lindsay di poter trarre dal suo libro il film The Day of Saint Valentine.

Tuttavia, solamente circa dieci minuti di film furono filmati prima che i diritti d'autore per la realizzazione del film fossero acquistati da Peter Weir per il suo famoso lungometraggio, per cui la produzione venne permanentemente accantonata. Il materiale finora realizzato è incluso in alcuni DVD del film di Weir.[3]

Il film Picnic ad Hanging Rock venne trasmesso per la prima volta all'Hindley Cinema Complex di Adelaide l'8 agosto 1975. Divenne un simbolo della Australian New Wave e il primo film australiano di livello internazionale.[4]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Picnic at Hanging Rock fu adattato dalla drammaturgo Laura Annawyn Shamas nel 1987 e pubblicato dalla Dramatic Publishing Company. Ha avuto molte produzioni negli Stati Uniti, in Canada e in Australia.

Un balletto basato sulla storia è andato in scena al Rock Eisteddfod Challenge nel 1992.

Dalla storia Robert Johns ha tratto un musical su musiche di Brian Spence e direttore Bob Tomson. La prima rappresentazione si è tenuta al Chichester's Minerva Theatre nel West Sussex[5].

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • L'albo 124 della serie a fumetti Dylan Dog, Il picco della strega, si ispira chiaramente (come del resto è citato anche in prefazione) al romanzo.[6]
  • Nell'Almanacco del Mistero 1996, il mistero di Hanging Rock viene svelato da Martin Mystere.[7]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 'Hanging out for a mystery', Sydney Morning Herald (21 January 2007)
  2. ^ Rousseau, Y. (1980) The Murders at Hanging Rock. Scribe Publications, Fitzroy, Australia. ISBN 0-908011-02-4
  3. ^ [1]
  4. ^ accessdate=2007-08-05
  5. ^ http://www.spencemusic.co.uk/Picnic/picnicmusical.htm
  6. ^ Il Picco della Strega, Dylan Dog #124, Sergio Bonelli Editore, Gennaio 1997
  7. ^ Effetto boomerang, Almanacco del Mistero, Sergio Bonelli Editore, Novembre 1995

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura