Picnic a Hanging Rock (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Picnic a Hanging Rock
Titolo originale Picnic at Hanging Rock
William Ford Hanging Rock.jpg
Il quadro di William Ford At the Hanging Rock, citato dall'autrice nel libro.
Autore Joan Lindsay
1ª ed. originale 1967
1ª ed. italiana 1983
Genere Romanzo
Sottogenere Mistery
Lingua originale inglese
Ambientazione Provincia di Melbourne, 1900
Personaggi Miranda, Marion Quade, Greta McCraw, Dianne de Poitiers, Irma Leopold, Edith Horton, Sara Waybourne, Mrs Appleyard, Albert Crundall, "Mike" Fitzhubert, Ben Hussey

Picnic a Hanging Rock (Picnic at Hanging Rock) è un romanzo della scrittrice australiana Joan Lindsay pubblicato nel 1967.

Dal libro nel 1975 stato tratto l'omonimo film per la regia di Peter Weir, considerato esempio importante del nuovo cinema australiano di fine anni settanta.[1]

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

La Lindsay scrisse il suo romanzo in quattro settimane nella sua abitazione di Mulberry Hill, a Baxter nella penisola di Mornington nella regione sud-orientale australiana.

La prima edizione originale, della casa editrice Cheshire Publishing, risale al 1967 e fu distribuito in edizione tascabile, dalla Penguin Books, nel 1970.

Cronaca o finzione[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene la storia narrata sia frutto della fantasia dell'autrice, l'incipit del libro e un falso articolo di giornale citato nell'epilogo,[2] hanno alimentato la convinzione che si fosse ispirata a fatti veri, tanto da creare un alone di mistero intorno al luogo degli eventi narrati.[3] Tuttavia, mentre Hanging Rock è una reale formazione geologica situata vicino a monte Macedon, la Lindsay ha sempre negato di essersi ispirata a fatti di cronaca.

Dopo l'uscita del romanzo, molte persone in Australia hanno setacciato giornali e riviste in cerca dei fatti originari, senza alcun frutto. All'inizio del primo capitolo, la Lindsay ha inserito questa breve prefazione che riassume lo spirito dell'autrice:

« Se Picnic a Hanging Rock sia realtà o fantasia, i lettori dovranno deciderlo per conto proprio. Poiché quel fatidico picnic ebbe luogo nell’anno 1900 e tutti i personaggi che compaiono nel libro sono morti da molto tempo, la cosa pare non abbia importanza. »
(Joan Lindsay, Picnic a Hanging Rock[4])

Il diciottesimo capitolo[modifica | modifica wikitesto]

L'autrice aveva in realtà scritto il finale con la soluzione del mistero, il cosiddetto XVIII capitolo, ma su richiesta dell'editore, rimaneggiò il romanzo lasciando il mistero senza soluzione. L'autrice affidò al suo agente il compito di pubblicare il finale originale dopo la sua morte; il patto è stato rispettato e il capitolo è stato pubblicato solo dopo la sua morte, nel 1987, in Australia e Gran Bretagna nel libro The Secret of Hanging Rock. In Italia il libro non è stato mai pubblicato e anche in Australia è attualmente fuori catalogo.[5]

Il capitolo XVIII era stato eliminato da Joan Lindsay su richiesta dell'editore e alcune parti di esso sono contenute nel capitolo III che, per effetto di queste modifiche, appare contraddittorio in alcuni punti. La soluzione è perfettamente in linea con le intenzioni dell'autrice e con il suo stile e può essere letta, come il resto del libro, su molti piani diversi.[5]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Sebbene il giorno di San Valentino sia in genere dedicato allo scambio di regali e ad affari di cuore, sono trascorsi esattamente tredici anni da quel fatale sabato in cui un gruppo di circa venti allieve e due insegnanti partì dall'Appleyard College sulla strada di Bendigo per un picnic a Hanging Rock. Una delle insegnanti e tre ragazze scomparvero nel pomeriggio. Solo una venne poi ritrovata. »
(Joan Lindsay, Picnic a Hanging Rock[4])

Il 14 febbraio 1900, giorno di San Valentino, un gruppo di ragazze dell'aristocratico e vittoriano collegio Appleyard, a una cinquantina di chilometri da Melbourne in Australia, compiono una gita picnic ai piedi dell'immenso gruppo roccioso della Hanging Rock. Nel pomeriggio tre di esse, le più anziane tra le allieve, Miranda, Irma e Marion si allontanano verso il gruppo roccioso, seguite dalla più giovane Edith che però ritornerà indietro precipitosamente. Le tre ragazze sono scomparse senza lasciare traccia e si scopre che anche la professoressa di matematica, Greta McCraw, si è allontanata dall'area del picnic scomparendo nel nulla. A nulla valgono le lunghe ricerche; la giovane Edith è incapace di dare spiegazioni, poiché priva di memoria sull'accaduto.[4]

La polizia compie intense ricerche sulla roccia senza trovare alcun indizio delle scomparse, senza alcun risultato. Il giovane Mike Fitzhubert, che il giorno della sparizione aveva incrociato le ragazze mentre salivano verso la roccia, è rimasto colpito dalla bellezza della più grande di esse, Miranda, e decide di tornare giorni dopo sul luogo della scomparsa, per continuare le ricerche. Il ragazzo viene ritrovato la mattina dopo dall'amico e domestico, Albert, ferito e svenuto. Grazie ad alcuni appunti lasciati, dal ragazzo, prima di svenire, Albert trova la giovane Irma poco lontano, anch'ella svenuta, priva delle scarpe, con i piedi stranamente puliti, illesa ma priva di memoria.[4]

La fama del collegio inizia a precipitare, molte educande vengono ritirate dai parenti e lasciano l'istituto, mentre la direttrice, Mrs Appleyard, cerca di salvare le apparenze in tutti i modi, tenendo anche nascosta la morte per suicidio della tredicenne Sara, soggetta alle angherie della stizzosa e probabilmente violenta donna. Al mistero si aggiunge la morte, avvenuta il giorno dopo il licenziamento, dell'ex istitutrice Dora e del fratello, bruciati nell'incendio dell'albergo dove si erano fermati per la notte.[4]

Il mistero della scomparsa delle ragazze non viene risolto e il commissario Bumpher, avvisato dall'insegnate di francese del collegio, Dianne, della scomparsa di Sara, ritroverà prima il corpo della ragazzina e poi quello della direttrice, suicida anch'ella gettatasi in un dirupo a Hanging Rock.[4]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Miranda
Bellissima ragazza, educanda e capoclasse nel collegio di Appleyard, scomparsa misteriosamente durante la gita su Hanging Rock insieme a due compagne e a un'insegnante.
Marion Quade
Diciassettenne, di acuta intelligenza, scompare durante la gita a Hanging Rock.
Greta McCraw
Insegnante di matematica del collegio, si allontana dal luogo del picnic scomparendo anch'essa.
Irma Leopold
Giovane ereditiera, scomparsa durante la gita e ritrovata miracolosamente viva giorni dopo da Mike Fitzhubert. Non ricorderà mai nulla di quanto accaduto.
Edith Horton
Sgarziata e stupida educanda, allontanatasi con le scomparse ma precipitosamente ritornata indietro. Non si ricorderà nulla dell'accaduto e la sua stupidità non facilita le ricerche.
Dianne de Poitiers
Giovane insegnante di francese, amica di molte alunne e chiamata cordialmente "Madamoiselle".
Mrs Appleyard
La direttrice e proprietaria dell'omonimo collegio. Di indole violenta e intransigente, segretamente alcolista, sopraffatta dagli eventi accaduti, si toglie la vita gettandosi da un dirupo a Hanging Rock.
Honorable Michael "Mike" Fitzhubert
Giovane nobile inglese in vacanza nei pressi del collegio, sarà lui a ritrovare la giovane Irma, durante le ossessive ricerche della belissima Miranda, di cui si è innamorato.
Albert Crundall
Factotum e stalliere nella villa degli zii di Mike e amico di quest'ultimo.
Sara Waybourne
La più giovane tra le educande, vittima delle angherie della direttrice, viene ritrovata morta suicida.
Ben Hussey
Cocchiere che spesso lavora per il collegio.
Edward Whitebread
L'anziano giardiniere del collegio di Appleyard.
Tom
Lo stalliere irlandese del collegio.
Bumpher
Il Commissario incaricato delle indagini.
Dora Lumley
Istitutrice presso il collegio, si licenzia mesi dopo la scomparsa delle ragazze, preoccupata che la fama sinistra dell'istituto la potesse screditare. Muore, il giorno essersi licenziata, nell'incendio dell'albergo in cui alloggiava con il fratello.
Reg Lumley
Il fratello di Dora, morto anch'egli nell'incendio dell'albergo.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Picnic ad Hanging Rock.

Il primo a voler adattare il romanzo sulla schermo fu Tony Ingram, un filmmaker quattordicenne, che chiese il permesso a Joan Lindsay di poter trarre dal suo libro il film The Day of Saint Valentine. Tuttavia, solamente circa dieci minuti di film furono filmati prima che i diritti d'autore per la realizzazione del film fossero acquistati da Peter Weir per il suo famoso lungometraggio, per cui la produzione venne permanentemente accantonata. Il materiale finora realizzato è incluso in alcuni DVD del film di Weir.[senza fonte]

Nel 1975 il regista girò il film Picnic ad Hanging Rock, vincitore di importanti premi e pietra miliare della cinematografia australiana.[1] Il film venne trasmesso per la prima volta all'Hindley Cinema Complex di Adelaide l'8 agosto 1975.[6]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Picnic at Hanging Rock fu adattato dalla drammaturgo Laura Annawyn Shamas nel 1987 e pubblicato dalla Dramatic Publishing Company. Ha avuto molte produzioni negli Stati Uniti, in Canada e in Australia.
  • Dalla storia Robert Johns ha tratto un musical su musiche di Brian Spence e direttore Bob Tomson. La prima rappresentazione si è tenuta al Chichester's Minerva Theatre nel West Sussex[7].

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • L'albo 124 della serie a fumetti Dylan Dog, Il picco della strega, si ispira chiaramente (come del resto è citato anche in prefazione) al romanzo.[8]
  • Nell'Almanacco del Mistero 1996, il mistero di Hanging Rock viene svelato da Martin Mystere.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Roy Menarini, Picnic at Hanging Rock in Enciclopedia del cinema Treccani. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  2. ^ Per dare enfasi alla verosimiglianza della storia, in coda al romanzo è riportato un finto articolo di giornale "tratto" da un non meglio precisato "Giornale di Melbourne", datato 14 febbraio 1913 che ricorda il mistero insoluto di tredici anni prima, avvenuto il sabato del 14 febbraio 1900; in considerazione che tale giorno non non cadeva di sabato ma di mercoledì, l'articolo è ovviamente finzione dell'autrice.
  3. ^ 'Hanging out for a mystery', Sydney Morning Herald (21 January 2007)
  4. ^ a b c d e f Linsday (2000)
  5. ^ a b Roberto mengoni, Picnic ad Hanging Rock.I Il libro di Joan Lindsay e il film di Peter Weir. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  6. ^ (EN) Picnic a Hanging Rock in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  7. ^ Picnic at Hanging Rock Shows
  8. ^ Il Picco della Strega, Dylan Dog n. 124, Sergio Bonelli Editore, Gennaio 1997
  9. ^ Effetto boomerang, Almanacco del Mistero, Sergio Bonelli Editore, Novembre 1995

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Joan Lindsay, Picnic at Hanging Rock, 1ª ed., Cheshire Publishing, 1967.
  • Joan Lindsay, Picnic a Hanging Rock, Traduzione di Maria Vittoria Malvano, La Rosa, 1983, p. 220.
  • Joan Lindsay, Picnic a Hanging Rock, Traduzione di Maria Vittoria Malvano, edizioni L'Unità, 1997, p. 208.
  • Joan Lindsay, Picnic a Hanging Rock, Traduzione di Maria Vittoria Malvano, La memoria, Sellerio, 2000, p. 284, ISBN 8838915946.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]