Picea rubens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Peccio rosso
Picea rubens
Picea rubens.
Stato di conservazione
Status iucn2.3 LC it.svg
Basso rischio (lc)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Pinaceae
Genere Picea
Specie P. rubens
Nomenclatura binomiale
Picea rubens
Sarg.
Nomi comuni

Peccio rosso, abetina rossa, picea rossa del Canada

Specie

Il peccio rosso (Picea rubens) — conosciuto anche come abetina rossa, picea rossa del Canada e altri nomi simili[2] — è una specie di peccio nativo dell'America nord-orientale, diffuso dal Québec orientale alla Nuova Scozia, e dal sud della Nuova Inghilterra nei Monti Adirondack e Appalachi alla parte occidentale della Carolina del Nord.[3][4][5]

Descrizione fisica[modifica | modifica sorgente]

Foglie e strobilo.

Il peccio rosso è un albero delle Conifere che in condizioni ottimali cresce fino a 18-40 m di altezza con un tronco del diametro di circa 60 cm, sebbene esemplari eccezionali possano raggiungere i 46 m di altezza e i 30 cm di diametro. Ha una corona conica ristretta. Le foglie sono aghiformi, giallo-verdi, lunghe 12-15 mm, quadrangolari, curve con una punta acuminata, e si estendono da tutti i lati del ramoscello. La corteccia è grigio-bruna sulla superficie e rosso-bruna all'interno, sottile e squamosa. Gli strobili sono cilindrici, lunghi 3-5 cm, di colore vitreo rosso-bruno e con scaglie dure. Gli strobili pendono verso il basso dai rami.[3][4][5][6]

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Una fitta foresta di pecci rossi nel loro habitat nativo sulla vetta dello Spruce Knob (Virginia Occidentale).

Il peccio rosso cresce a una velocità da lenta a moderata, vive da 250 a 450 anni e oltre, e da giovane tollera bene l'ombra.[7] Si trova spesso in semplici boschi o foreste mescolato con il pino bianco americano, l'abete balsamico o il peccio nero. Insieme all'abete di Fraser, il peccio rosso è uno dei due tipi principali di alberi della foresta di abeti rossi degli Appalachi Meridionali, un ecosistema distinto che si trova solo nelle altezze più elevate dei Monti Appalachi Meridionali.[8] Il suo habitat è il limo sabbioso, umido ma ben drenato, spesso ad alta quota. Il peccio rosso può essere facilmente danneggiato dalle raffiche di vento e dalle piogge acide.

Foreste notevoli di pecci rossi si possono vedere nell'Area panoramica di Gaudineer (Gaudineer Scenic Area) una foresta vergine di pecci rossi localizzata nella Virginia Occidentale, nella Valle di Canaan, nella Riserva naturale occidentale di Roaring Plains, Riserva naturale di Dolly Sods, nel Monte Spruce e nello Spruce Knob, anch'essi tutti in Virginia Occidentale, e in tutti i siti in cui un tempo sorgevano estese foreste di pecci rossi. Alcune aree di queste foreste, in particolare nella Riserva naturale occidentale di Roaring Plains, nella Riserva naturale di Dolly Sods come pure in certe zone del Monte Spruce, stanno avendo un recupero piuttosto sostanziale.

Specie simili[modifica | modifica sorgente]

È strettamente imparentato con il peccio nero e gli ibridi tra i due sono frequenti dove i loro ambienti naturali coincidono.[3][4][5]

Usi[modifica | modifica sorgente]

Il peccio rosso si usa per gli alberi di Natale ed è un legno importante per ricavare la polpa della carta. È anche un eccellente legno per gli strumenti musicali e si usa in molte chitarre e violini di pregio. La linfa può essere utilizzata per fare la "gomma di peccio" (spruce gum, un tipo di gomma da masticare).[6] I ramoscelli fronzuti a loro volta vengono bolliti come parte della ricetta per la preparazione della "birra di peccio" (spruce beer, una birra aromatizzata con le essenze del peccio rosso).

Il peccio rosso, infine, è l'albero che compare nello stemma della provincia canadese della Nuova Scozia.[4]

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

L'Iniziativa per il ripristino dei pecci degli Appalachi Centrali (Central Appalachian Spruce Restoration Initiative, CASRI)[9] cerca di unire diversi soci con l'obiettivo di ripristinare gli ecosistemi storici degli abeti rossi in tutti i luoghi panoramici ad alta quota degli Appalachi Centrali.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Picea rubens in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Center for Wood Anatomy Research - USDA Forest Service - Forest Products Laboratory, Technology Transfer Fact Sheet - Picea rubens Sarg.. URL consultato il 04-06-2013.
  3. ^ a b c Farjon, A. (1990). Pinaceae. Drawings and Descriptions of the Genera. Koeltz Scientific Books ISBN 3-87429-298-3.
  4. ^ a b c d Flora of North America: Picea rubens
  5. ^ a b c Gymnosperm Database: Picea rubens
  6. ^ a b Atlantic Forestry Centre: Red Spruce
  7. ^ Eastern OLDLIST: A database of maximum tree ages for Eastern North America
  8. ^ Peter White, "Boreal Forest", Encyclopedia of Appalachia, Knoxville, Tenn., University of Tennessee Press, 2006, pp. 49-50.
  9. ^ Burks, Evan (2010), "Return of the Red Spruce", Wonderful West Virginia; vol. 74, n. 12 (dicembre), pp. 6-11.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Botanica