Picea omorika

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Peccio di Serbia
Peccio di Serbia
Rametti e coni di Picea omorika
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Pinaceae
Genere Picea
Specie P. omorika
Nomenclatura binomiale
Picea omorika
(Panč.) Purk., 1877
Nomi comuni

Peccio di Serbia, abete rosso di Serbia

Il peccio di Serbia (Picea omorika) è una specie di peccio i cui aghi presentano tonalità verdi e grigio argento.

Il nome viene dalla parola serba оморика (pron. [oˈmǒ̞rika]), che significa semplicemente "abete rosso"; in serbo si chiama панчићева оморика in cirillico o pančićeva omorika in alfabeto latino, l'"abete rosso di Pančić".

Areale[modifica | modifica sorgente]

L'areale originario del peccio di Serbia è limitato a una zona ristrettissima (circa 60 ha in totale) tra Serbia e Bosnia, vicino al fiume Drina e alla cittadina di Višegrad, a quote comprese tra 800 e 1600 m. Qui fu scoperto nel 1875 dal botanico serbo Josif Pančić.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Il peccio di Serbia è molto apprezzato per scopi ornamentali a causa del suo fogliame con riflessi argentei. Viene anche usato come albero di Natale.

Occasionalmente, viene piantato per il legname.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Picea omorika in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica