Picco Ibn Sina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Picco Ibn Sina (picco Lenin)
Lenin peak from Sary-mogol.jpg
Stati Tagikistan Tagikistan
Kirghizistan Kirghizistan
Altezza 7134 m s.l.m.
Catena Trans-Alaj, Pamir
Coordinate 39°20′33.12″N 72°52′39.24″E / 39.342533°N 72.877567°E39.342533; 72.877567Coordinate: 39°20′33.12″N 72°52′39.24″E / 39.342533°N 72.877567°E39.342533; 72.877567
Altri nomi e significati dal 1871 al 1928 Monte Kaufmann
dal 1928 al 2006 Picco Lenin
oggi: Picco Ibn Sina, Picco Avicenna o ancora Picco Lenin, Kuh-i-Garmo.
Data prima ascensione 1928
Autore/i prima ascensione spedizione tedesca
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Tagikistan
Picco Ibn Sina (picco Lenin)

Il picco Ibn Sina (kirg.: Ленин Чокусу, russo: Пик Ленина; tagico: қуллаи Ленин, ribattezzato қуллаи Абӯалӣ ибни Сино a luglio 2006) è una delle più alte vette del Pamir: tocca i 7134 metri. Si trova al confine tra la provincia di Oš in Kirghizistan e la provincia autonoma del Gorno-Badakhshan in Tagikistan, ed è la seconda più alta vetta dei due paesi dopo il picco Ismail Samani (7.495 m). Fa parte della catena del Trans-Alaj.

Nomi[modifica | modifica sorgente]

Scoperto nel 1871 dall'esploratore russo Fedchenko, fu inizialmente chiamato monte Kaufmann in onore dell'allora governatore del Turkestan, Constantin Petrovitch von Kaufmann. Nel 1928 venne ribattezzato picco Lenin in onore di Lenin.

Nel luglio del 2006 si è tentato di cambiare nuovamente il nome in Picco dell'Indipendenza (in tagico Qullai Istiqlol), ma con poco successo: il nome è stato riconosciuto dai mass media russi, ma le fonti presidenziali tagiche lo indicano come Picco Ibn Sina (o picco Avicenna)[1].

Un altro nome che indica la vetta è Kuh-i-Garmo, ma picco Lenin resta il nome più diffuso.

Alpinismo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1928 fu scalato per la prima volta dalla spedizione tedesca di Karl Wien, Eugene Allwein e Erwin Schneider.

Il picco è molto popolare fra gli scalatori ed ha molte vie d'accesso. Il campo base (lato khirghiso) è Atchik Tash, a 3750 m, non lontano dal villaggio di Sary-Mogol.

Nel 1974 un'intera cordata di otto donne perì a causa di una tempesta e nel 1990 un terremoto causò una valanga che uccise 43 scalatori[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Risoluzione del governo tagico No. 297, del 4 luglio 2006, Dushanbe (tagico); testo in russo qui. Traduzione parziale: "In accordo all'articolo di 3 Leggi della Repubblica del Tagikistan "Dei nomi di soggetti geografici", allo scopo di tramandare la memoria dei figli del popolo tagico - dello scienziato, filosofo e guaritore Abuali Ibn Sino (...) e in occasione del 15º anniversario dell'Indipendenza della Repubblica del Tagikistan, il Governo del Tagikistan (...)Cambiare il nome della vetta chiamata Lenin, altezza 7134,3 m rinominandola picco Abuali Ibn Sino (Абуали ибн Сино)..."
  2. ^ Avalanche Kills 40 Climbers in Soviet Central Asia

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]