Picabo Street

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Picabo Street
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 169 cm
Peso 73 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Discesa libera, supergigante, combinata
Squadra Ussa
Ritirato 2002
Palmarès
Olimpiadi 1 1 0
Mondiali 1 1 1
Coppa del Mondo - Discesa 2 trofei
Nor-Am Cup 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Picabo Street (Triumph, 3 aprile 1971) è una sciatrice alpina statunitense specialista delle prove veloci, campionessa olimpica nel supergigante a Nagano 1998, campionessa iridata nella discesa libera a Sierra Nevada 1996 e vincitrice di due Coppe del Mondo di discesa libera.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in casa nel villaggio di Triumph (Idaho) e cresciuta dai genitori secondo i dettami di vita hippy, Picabo venne così chiamata solo all'età di tre anni; il nome deriva dalla lingua shoshoni, una delle lingue native americane, e significa "acqua scintillante"[1][2].

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1988-1995[modifica | modifica wikitesto]

La Street debuttò in campo internazionale in occasione dei Mondiali juniores di Madonna di Campiglio 1988; nel 1991 e nel 1992 vinse la Nor-Am Cup[senza fonte]. In Coppa del Mondo il suo primo piazzamento di rilievo fu il 22º posto ottenuto nello slalom gigante disputato a Steamboat Springs il 6 dicembre 1992 e nella stessa stagione esordì ai Campionati mondiali: nella rassegna iridata di Morioka vinse la medaglia d'argento nella combinata e si piazzò 10ª nella discesa libera. In seguito, il 13 marzo a Lillehammer Kvittfjell, salì per la prima volta sul podio in Coppa del Mondo classificandosi 2ª in discesa libera.

Ai XVII Giochi olimpici invernali di Lillehammer 1994, sua prima presenza olimpica, vinse la medaglia d'argento nella discesa libera e si piazzò 19ª nella combinata. Il 9 dicembre 1994 vinse a Lake Louise la sua prima gara di Coppa del Mondo, una discesa libera; nel prosieguo della stagione colse altri 8 podi. Con 6 vittorie complessive, tutte in discesa libera (tra queste le prestigiose gare disputate sulla Olimpia delle Tofane di Cortina d'Ampezzo e sulla Stelvio di Bormio), si aggiudicò la sua prima Coppa del Mondo di specialità e il 5º posto nella classifica generale.

Stagioni 1996-2002[modifica | modifica wikitesto]

Anche nel 1995-1996 vinse la Coppa del Mondo di discesa libera; i suoi podi in quella stagione furono 7, con 3 vittorie (bissò tra l'altro il successo di Cortina d'Ampezzo dell'anno precedente) e in classifica generale fu 6ª. Ai Mondiali della Sierra Nevada, sua ultima presenza iridata, andò a medaglia in entrambe le gare cui prese parte, con l'oro nella discesa libera e il bronzo nel supergigante; sul finire della stagione colse a Narvik la sua ultima vittoria (il 29 febbraio) e il suo ultimo podio (il 1º marzo, un 2º posto) di Coppa del Mondo in carriera.

Ai XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998 vinse la medaglia d'oro nel supergigante e si piazzò 6ª nella discesa libera. Il 26 gennaio 2002 disputò a Cortina d'Ampezzo la sua ultima gara di Coppa del Mondo, una discesa libera che chiuse al 19º posto, e si congedò dalle competizioni in occasione dei XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, quando fu 16ª nella discesa libera.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro[senza fonte] vive a Portland; ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 ha collaborato con la trasmissione televisiva della NBC The Today Show[senza fonte].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
9 dicembre 1994 Lake Louise Canada Canada DH
20 gennaio 1995 Cortina d'Ampezzo Italia Italia DH
17 febbraio 1995 Åre Svezia Svezia DH
5 marzo 1995 Saalbach-Hinterglemm Austria Austria DH
11 marzo 1995 Lenzerheide Svizzera Svizzera DH
15 marzo 1995 Bormio Italia Italia DH
12 dicembre 1995 Lake Louise Canada Canada DH
19 gennaio 1996 Cortina d'Ampezzo Italia Italia DH
29 febbraio 1996 Narvik Norvegia Norvegia DH

Legenda:
DH = discesa libera

Nor-Am Cup[modifica | modifica wikitesto]

Nor-Am Cup - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
2 gennaio 1995 Sugarloaf Stati Uniti Stati Uniti SG
28 febbraio 2001 Whistler Canada Canada DH
1 marzo 2001 Whistler Canada Canada DH
2 marzo 2001 Whistler Canada Canada SG
3 marzo 2001 Whistler Canada Canada SG
18 marzo 2001 Snowbasin Stati Uniti Stati Uniti DH

Legenda:
DH = discesa libera
SG = supergigante

Campionati statunitensi[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 medaglie[4]:
    • 2 ori (discesa libera, supergigante nel 1996)
    • 1 argento (discesa libera nel 2001)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bob Phillips, Injuries haven't stopped greatest U.S. skier in espn.go.com. URL consultato il 15 aprile 2015.
  2. ^ L.P. Boone, Idaho place names: a geographical dictionary. University of Idaho Press, Moscow 1988, p. 293.
  3. ^ (EN) Profilo FIS (dati parziali, dal 1995). URL consultato il 15 aprile 2015.
  4. ^ (EN) Profilo FIS (dati parziali, dal 1995). URL consultato il 15 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 75596025 · LCCN: n97027600