Piano quadriennale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il piano quadriennale fu una politica economica messa in atto a partire dal 1936 nella Germania Nazista, creato ed attuato dal Ministro dell'Economia Hermann Göring. Il piano aveva lo scopo di permettere, entro il 1940, alla Germania di poter sostenere una guerra a livello industriale ed economico, oltre che militare. Il piano prevedeva un ulteriore rafforzamento delle politiche autarchiche del regime, oltre che un piano di riarmo. Lo strumento operativo principe era il dirigismo dello stato.

Principali punti[modifica | modifica sorgente]

I principali punti del piano consistevano in:

  • Intervento diretto dello Stato nelle industrie strategiche, ovvero il dirigismo
  • Taglio delle importazioni, attuabile con ogni mezzo ovvero anche con la forza
  • Creazione di Trust, ovvero gruppi di aziende che fanno gruppo per rafforzare l'efficenza dei partecipanti
  • Piena occupazione della forza lavoro, che fu raggiunta nel 1938
  • Aumento della spesa militare, dal 35% nel 1935 al 58% del 1939
  • <senzafonte>Sfruttamento della mano d'opera</senzafonte>
  • Avvio delle grandi opere pubbliche, ad esempio la rete autostradale
  • Revisione dell'uso dei Mefo, inventati nel 1934 da Hjalmar Schacht, ma che dal 1938 (anno di caduta del Ministro e sostituzione con Hermann Goering) ebbero un'impennata da 3 mld di RM a 12 mld di RM Link

I principali difetti del piano furono una prematura saturazione della forza lavoro (già nel 1938) e i presupposti autoritari

Effetti sull'economia[modifica | modifica sorgente]

Il piano riusci nell'intento (anche se non totalmente vista la prematura entrata in guerra) preposto, visto che riuscì a tagliare il deficit commerciale della nazione, permise una crescita economica del paese, eliminò la disoccupazione, modernizzò il paese e riuscì a permettere il riarmo del paese.

In seguito a tale piano, che non fu totalmente attuato vista la prematura discesa in guerra contro la Polonia e alleati il 1º settembre 1939, seguì un secondo piano quadriennale partito nel 1940.