Piano (architettura)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I tre piani visibili della casa delle bambole di Mary di Teck

In architettura, un piano di un edificio è ciascuna delle parti sovrapposte compresa tra il pavimento e il soffitto[1]. Genericamente, il piano più basso, cioè a livello del terreno, è denominato piano terra (PT) o piano zero (P0). Man mano che si sale, i piani prendono il nome dei numeri (primo, secondo, terzo eccetera).

Genericamente, nelle case indipendenti i piani sono due, e al PT si mette la zona giorno e al primo la zona notte. Esistono case, nonostante non siano indipendenti, che sono costruite su più piani.

Secondo le leggi italiane un piano dovrebbe misurare, d'altezza, 275 centimetri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vocabolario Garzanti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura