Pianeta impossibile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pianeta impossibile
Titolo originale The Deathworld Trilogy
Autore Harry Harrison
1ª ed. originale 1960
1ª ed. italiana 1978
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese
Ambientazione pianeta Pyrrus
Protagonisti Jason DinAl
Serie Pianeta impossibile (Deathworld)

Pianeta impossibile (The Deathworld Trilogy) è un romanzo di fantascienza scritto da Harry Harrison, pubblicato originariamente in tre parti, rispettivamente nel 1960 (con il titolo Deathworld), 1964 (The Ethical Engineer) e 1968 (The Horse Barbarians). La prima parte è stata finalista nel 1961 al Premio Hugo per il miglior romanzo. Nel suo complesso è stato pubblicato in italiano nel 1978 dall'Editrice Nord nella collana Cosmo Oro.

Il romanzo ha dato vita ad un ciclo narrativo (serie del Pianeta impossibile o Deathworld), le cui opere più recenti sono scritte in collaborazione con Ant Skalandis e Mikhail Ahmanov e pubblicate in Russia e Lituania.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sul pianeta Pyrrus è in corso una guerra tra gli uomini che lo stanno colonizzando e gli originari abitanti: sembra quasi che tutta la flora e la fauna di Pyrrus sia in lotta contro i coloni. È in questa fase che si inseriscono le avventure di Jason DinAl, giocatore professionista con poteri paranormali, che con la sua intelligenza e il suo coraggio riuscirà a far cessare la guerra.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]