Pia Velsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pia Velsi (L'Aquila, 29 ottobre 1928) è un'attrice cinematografica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresce a Napoli, dove inizia l'attività di cantante, esibendosi dal vivo, negli anni quaranta. Dopo essersi trasferita a Roma debutta al Teatro Ambra Jovinelli, in una compagnia di varietà. Viene poi chiamata a sostituire l'attrice napoletana Rosalia Maggio durante uno spettacolo (in cui deve anche ballare e recitare) al Teatro Petruzzelli di Bari, e da qui inizia la sua carriera di attrice. All'inizio degli anni quaranta, oltre a recitare e ballare, inizia anche un'intensa attività canora con il nomignolo di Nuovo Fiore, In questo periodo incise numerosi dischi a 78 giri per l'etichetta Phonotype.

Nel corso della sua attività nel mondo del cinema ha lavorato con molti noti registi, come Nanni Loy e Renato Castellani; tra le sue numerose apparizioni cinematografiche sono da ricordare le brevi ma efficaci caratterizzazioni nei film di Luciano De Crescenzo (la signora del cavalluccio rosso in Così parlò Bellavista e la signora della "mezzora" in 32 dicembre), nonché l'unica da coprotagonista in Parenti serpenti di Mario Monicelli, in cui interpreta nonna Trieste, la moglie di Paolo Panelli. Dalla seconda metà degli anni settanta, con il ruolo di prima attrice comica, Pia Velsi si dedica alla sceneggiata napoletana, unendosi con la Compagnia di Mario e Sal Da Vinci e portando in scena sui maggiori palcoscenici d'Italia numerose commedie musicali.

Tra esse ricordiamo "Caro papà" (1977) due atti e cinque quadri (di Alberto Sciotti, così come tutti i successivi) con il ruolo di Penelope, "O scugnizzo e o signore" (1978) tre atti e un quadro con il ruolo di Angelarosa Mezamazza, "O giurnalaio" (1978) tre atti e un quadro con il ruolo di Carlotta a pacchiana, "A cummunione e Salvatore" (1978) tre atti e un quadro con il ruolo di Assuntulella, "O clandestino" (1979) tre atti e due quadri con il ruolo di Susanna tutta panna, "O trovatello" (1980) tre atti e un quadro (oltre che di Scotti anche di Frasso, come il precedente) con il ruolo di Filumena, a padrona d'a cantina, "Muntevergine" (1980) tre atti e un quadro con il ruolo di Maddalena, "A mamma" (1981) tre atti e un quadro con il ruolo di Domenica Telotocco, e altri ancora.

Ha lavorato anche in televisione, recitando in fiction come Don Matteo e Le ali della vita. Per molti anni ha interpretato una suora in una serie di spot pubblicitari per le acque Uliveto e Rocchetta insieme ad Alessandro Del Piero e Cristina Chiabotto, e ha partecipato anche alla serie televisiva Tutti pazzi per amore. Nel 2010 recita nella miniserie tv per RaiUno dal titolo Il signore della truffa accanto a Gigi Proietti, nel ruolo della vedova Nencioni.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]