Pitivi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da PiTiVi)
Pitivi
Logo
Pitivi 0.92
Pitivi 0.92
Sviluppatore Edward Hervey, Collabora
Ultima versione 0.93 (21 marzo 2014)
Sistema operativo Linux
Linguaggio Python
Genere Montaggio video
Licenza GNU LGPL
(Licenza libera)
Sito web www.pitivi.org

Pitivi (inizialmente chiamato PiTiVi) è un software libero di montaggio video non lineare per il sistema operativo Linux sviluppato da volontari[1], con la possibilità di ricevere supporto professionale da Collabora.[2] Il progetto è stato sviluppato per essere un editor intuitivo e ben integrato con l'ambiente desktop GNOME. Adotta la licenza GNU LGPL. Pitivi punta ad essere un "editor flessibile e potente, che riesca ad attrarre prosumer e professionisti."[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Edward Hervey cominciò a lavorare a PiTiVi nel 2004 come progetto di fine corso alla EPITECH engineering school di Parigi.[4] Inizialmente scritto in C, dopo diciotto mesi fu riscritto completamente in Python.[5]

Laureatosi, Edward fu ingaggiato da Fluendo per sviluppare GStreamer nei successivi due anni,[5] passati i quali Edward co-fondò il reparto Multimedia di Collabora con l'obiettivo di migliorare Pitivi, GStreamer e i plugin GNonlin.[6]

Inclusione nel set di applicazioni di default di Ubuntu[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2010, in occasione del lancio di Ubuntu 10.04 "Lucid Lynx", PiTiVi 0.13.4 divenne il primo editor video ad essere incluso di default nell'ISO del CD di Ubuntu.[7]

Nel maggio 2011, fu annunciato che Pitivi non sarebbe più stato incluso nell'ISO a partire da Ubuntu 11.10.

Ristrutturazione[modifica | modifica wikitesto]

Edward Hervey annunciò il rilascio di GStreamer Editing Services (GES) verso la fine del 2009.[8] Ulteriori conferme dell'intenzione di migrare Pitivi a GES arrivarono alla conferenza Meego nel 2011, ma non fu prima del rilascio della versione 0.15 nel settembre 2011 che Thibault Saunier annunciò ufficialmente che la versione successiva di Pitivi sarebbe stata basata su GES.[9]

La prima versione di Pitivi che utilizzava GES fu la 0.91 "Charming Defects", rilasciata in ottobre 2013. Grazie al nuovo engine molto del vecchio codice poté essere rimosso, portando così ad una notevole rifattorizzazione della codebase di Pitivi.[10]

Durante la transizione dalla versione 0.15 alla 0.91, molte migrazioni tecnologiche hanno avuto luogo, come:

Durante le fasi finali di questi cambiamenti che hanno portato al rilascio di Pitivi 0.91, la timeline è stata migrata a Clutter.

Re-branding[modifica | modifica wikitesto]

Con il rilascio della versione 0.91, il nome PiTiVi è stato cambiato in Pitivi.[11][12]

Raccolta fondi[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2014, il progetto ha annunciato l'intenzione di raccogliere 100000€ per accelerare lo sviluppo. Il denaro verrà suddiviso in: Fase 1 - 35000€ per migliorare la stabilità in modo da rilasciare Pitivi 1.0. Fase 2 - Miglioramento delle funzionalità, 1925€ per l'aggiunta di una timeline magnetica, 4400€ per delle interfacce volte a permettere editing multi-camera, 4766€ per preparare un porting a Mac OS X. La raccolta fondi verrà condotta attraverso la GNOME Foundation.[13]

Funzionalità[modifica | modifica wikitesto]

Pitivi eredita le sue capacità di importazione ed esportazione (rendering) di file multimediali dal framework GStreamer e dai suoi plugin. Pitivi supporta le basilari funzionalità di editing come: trimming, snapping, splitting e cutting delle clip. Il mixing audio viene supportato mediante curve, visualizzate come segmenti di rette disegnati su una forma d'onda sonora. Pitivi permette di muoversi attraverso un file multimediale utilizzando scorciatoie da tastiera. Clip audio e video possono essere associati e trattati come un singolo clip. Un basilare supporto al mixing video (compositing e transizioni) è stato aggiunto verso la fine del 2009 ma è ancora soggetto a forti cambiamenti. Una lista completa delle funzionalità si può trovare nel sito web.

Grazie a GStreamer, Pitivi è il primo editor video open source a supportare il formato Material Exchange Format (MXF).[14]

Sponsorizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 2008, Collabora Multimedia decise di finanziare lo sviluppo di Pitivi per tutto il 2009 ingaggiando Edward Hervey, Brandon Lewis e Alessandro Decina per migliorare Pitivi e GNonlin.[15][16][17]

Parte dello sviluppo recente è stata finanziata dall'iniziativa Google Summer of Code.[18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The PiTiVi Open Source Project on Ohloh : Contributors Listing Page, Ohloh.net, 15 giugno 2013. URL consultato il 20 giugno 2013.
  2. ^ (EN) Pitivi - flexible video editing for the desktop and beyond. URL consultato il 16 luglio 2014.
  3. ^ (EN) Roadmap - PiTiViWiki, 6 marzo 2013. URL consultato il 20 giugno 2013.
  4. ^ (EN) Edward Hervey, Pitivi, 1 maggio 2004. URL consultato il 15 luglio 2014.
  5. ^ a b (EN) Edward Hervey, Is that a video editor, blogs.gnome.org, 1 luglio 2007. URL consultato il 7 gennaio 2010.
  6. ^ (EN) Collabora - About us - Who are we, Collabora, 2009. URL consultato il 4 gennaio 2010.
  7. ^ (EN) Ubuntu, Bug #502897 Main Inclusion Request for pitivi, 4 gennaio 2010. URL consultato il 6 maggio 2010.
  8. ^ (EN) The result of the past few months of hacking « Edward Hervey, blogs.gnome.org, 30 novembre 2009. URL consultato il 20 giugno 2013.
  9. ^ (EN) Thibault Saunier, Thibault Saunier: PiTiVi 0.15 is out, thiblahute.blogspot.com, 26 febbraio 2004. URL consultato il 20 giugno 2013.
  10. ^ (EN) Pitivi 0.91 "Charming Defects" | Nekohayo !, jeff.ecchi.ca, 5 ottobre 2013. URL consultato il 6 gennaio 2014.
  11. ^ (EN) Rename PiTiVi to Pitivi · 549e1e3 · GNOME/pitivi · GitHub, github.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  12. ^ (EN) Bug 705756 – Drop the CaMel CaSe, bugzilla.gnome.org. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  13. ^ (EN) Joey-Elijah Sneddon, Pitivi Video Editor Launches €100k Fundraising Campaign in 23 febbraio 2014, OMG Ubuntu. URL consultato il 24 febbraio 2014.
  14. ^ (EN) Christian Schaller, MXF support in GStreamer, blogs.gnome.org, 22 novembre 2008. URL consultato il 4 gennaio 2010.
  15. ^ (EN) Christian Schaller, Supporting PiTiVi, blogs.gnome.org, 9 ottobre 2008. URL consultato il 4 gennaio 2010.
  16. ^ (EN) Christian Schaller, New team member, blogs.gnome.org, 2 dicembre 2008. URL consultato il 4 gennaio 2010.
  17. ^ (EN) Nathan Willis, Collabora funds development of open source video editor PiTiVi, linux.com, 6 novembre 2008. URL consultato il 4 gennaio 2010.
  18. ^ (EN) Google SoC project page, PiTiVi development team, 13 novembre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di software libero