Phytolacca dioica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Fitolacca dioica
Phytolacca dioica flowers.jpg
Infiorescenza di Phytolacca dioica
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Caryophyllidae
Ordine Caryophyllales
Famiglia Phytolaccaceae
Genere Phytolacca
Specie P. dioica
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Eudicotiledoni
Ordine Caryophyllales
Famiglia Phytolaccaceae
Nomenclatura binomiale
Phytolacca dioica
L.
Sinonimi

Phytolacca arborea
Moq.
Phytolacca dioica var. ovalifolia
Chodat
Phytolacca dioica var. ovatifolia
Chodat
Pircunia dioica
(L.) Moq.
Sarcoca dioica
(L.) Raf.

Nomi comuni

Cremesina arborea

Phytolacca dioica

La fitolacca dioica (Phytolacca dioica L.), detta anche cremesina arborea, è un albero sempreverde appartenente alla famiglia Phytolaccacae.[1]

Raggiunge i 20 m di altezza. È originaria della pampa del sud America ma è diffusa in tutta la regione mediterranea. È caratterizzata da radici nodose affioranti dal terreno in prossimità del fusto e da un tronco breve e tozzo, diviso in più rami. In Italia fiorisce tra la primavera e l'estate.

Poiché è strettamente imparentata con le erbacee (da cui deriva), il suo tronco è costituito da un ispessimento anomalo del fusto piuttosto che vero legno. Come risultato la Phytolacca dioica cresce velocemente ma il suo legno è piuttosto morbido e spugnoso, tanto da poter essere tagliato con un coltello. Queste proprietà l'hanno portata ad essere utilizzata nell'arte del bonsai , poiché è facilmente manipolata per creare l'effetto desiderato. Dal momento che la linfa è velenosa, la cremesina arborea non è addatta ad essere posta vicino a pascoli di bestiame ed è immune alle cavallette e altri parassiti. Per ragioni simili, le foglie sono a volte utilizzati come lassativo o purgante. E 'un simbolo di Uruguay e Argentina. La sua chioma è abbastanza distinguibile da lontano per la larghezza e offre protezione e riparo dal sole e dalla pioggia.

Produce bacche violacee che macchiano molto, le macchie sono difficili da togliere.

Il nome "dioica" deriva dal fatto che i fiori di sessi diversi sono portati su diverse piante.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Phytolacca dioica in The Plant List. URL consultato il 4 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]