Physicist

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Physicist

Artista Devin Townsend
Tipo album Studio
Pubblicazione 26 giugno 2000
Durata 46 min : 34 sec
Genere Progressive metal
Etichetta HevyDevy Records
Produttore Devin Townsend
Devin Townsend - cronologia
Album precedente
(1998)
Album successivo
(2001)

Physicist è il quarto album solista del musicista canadese Devin Townsend. Venne rilasciato il 26 giugno 2000 attraverso l'etichetta indipendente di Townsend, la HevyDevy Records.

Physicist si distingue dal resto del portfolio solista di Townsend grazie all'incrocio tra lo stile musicale degli Strapping Young Lad insieme ad elementi che erano stati esplorati in Ocean Machine - Biomech e Infinity. In particolare, la line-up di musicisti presenti in questo album è identica a quella degli Strapping Young Lad.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

A Physicist occorsero molti anni per giungere alla sua realizzazione. Townsend aveva precedentemente suonato con l'allora bassista dei Metallica, Jason Newsted, in un breve progetto thrash metal chiamato IR8. Dopo la creazione di un demo col progetto IR8, Townsend e Newsted iniziarono a lavorare su un nuovo progetto chiamato Fizzicist, che sostennero sarebbe stato "più pesante degli Strapping Young Lad". Quando la demo dei IR8 venne trapelata, i compagni di band di Newsted, James Hetfield e Lars Ulrich, appreso del progetto. Hetfield non prese bene il fatto che Newsted stesse lavorando al di fuori della band, quindi quest'ultimo venne impedito dai suoi compagni a lavorare su altri side-projects.

Impossibilitato nel continuare a lavorare con Newsted, Townsend quindi scrisse lui stesso l'album, chiamandolo Physicist. Townsend radunò quindi i suoi compagni degli Strapping Young Lad per la realizzazione dell'album. Questa fu l'unica occasione in cui utilizzò la formazione degli Strapping Young Lad al fine di realizzare un suo album solista.

L'album combina lo stile di Townsend con una influenza thrash metal. David Ballard di Revolver descrisse le sonorità dell'album come "una miscela di melodia e brutalità mozzafiato... saltando tra l'eleganza alla Queen e la devastazione alla Dark Angel".

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Namaste - 3:43
  2. Victim - 3:15
  3. Material - 2:47
  4. Kingdom - 5:55
  5. Death - 2:27
  6. Devoid - 1:28
  7. The Complex - 3:31
  8. Irish Maiden - 2:45
  9. Jupiter - 3:36
  10. Planet Rain - 11:08
  11. Forgotten (Hidden Track) - 5:59
  12. Man (Demo)* - 5:12
  13. Ocean Machines (Demo)* - 8:24
  14. Promise (Demo)* - 5:26

Tracce bonus presenti solo nella versione giapponese*

Componenti[modifica | modifica sorgente]

Cori

  • Chris Valagao
  • Marina Reid
  • Sharon Parker
  • Teresa Duke

Produzione

  • Devin Townsend – production, engineering, arrangement
  • Mike Plotnikoff – mixing
  • Chris Waddell – mastering
  • Shaun Thingvold – engineering, digital editing
  • Paul Silviera – engineering
  • Matteo Caratozzolo – engineering
  • Sawami Saito – assistance
  • Roger Swan – assistance
  • Tracy Turner – assistance, management
  • Byron Stroud – assistance
  • Seventh Wave Studios – CD enhancement

Artwork

  • Clint Nielsen – layout, artwork, logos
  • Gary Hunter – 3-D logo rendering
  • Gloria Fraser – photography
  • Tania Rudy – photography

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica