Phylloscopus sibilatrix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Luì verde
Flickr - Rainbirder - Wood Warbler (Phylloscopus sibilatrix) (1).jpg
Phylloscopus sibilatrix
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Sylvioidea
Famiglia Phylloscopidae
Genere Phylloscopus
Specie P. sibilatrix
Nomenclatura binomiale
Phylloscopus sibilatrix
(Bechstein, 1793)

Il lui verde (Phylloscopus sibilatrix (Bechstein, 1793)) è un uccello passeriforme tradizionalmente inquadrato nella famiglia Sylviidae, ma da una recente revisione filogenetica attribuito alla famiglia Phylloscopidae[2][3].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Rispetto agli altri Lui è più grande, infatti raggiunge i 12 cm di lunghezza media e i 10 grammi di peso ed ha una apertura alare di 21-23 cm. Maschio e femmina sono all'apparenza praticamente iindistinguibili: il groppone e il dorso sono di colore verde oliva; la gola, i lati della testa – compreso il sopracciglio – e la parte superiore del petto sono gialli; il ventre è biancastro. Il becco è rosa arancio nella parte inferiore e nerastro superiormente.[4]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffuso in Eurasia e sverna in Africa equatoriale. In Italia nidifica sulle Alpi, fino a 1.200-1.300 metri di quota, e sull'Appennino centrale.[4]

Predilige boschi umidi e ombrosi con scarso sottobosco, faggete, querco-carpineti, castagneti, alnete, betulleti, pinete, peccete e boschi misti.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Canto[modifica | modifica sorgente]

Aiuto
Phylloscopus sibilatrix (info file)
Il canto del Lui verde

Il canto del luì verde è un trillo protratto che si avvia lentamente, per poi accelerare e decrescere sul finale.[4]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre principalmente di insetti, prevalentemente lepidotteri e ditteri, e delle loro larve. Talora la dieta viene integrata con piccole bacche.[5]

Il luì verde costruisce il nido sul terreno.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Costruisce il proprio nido in una cavità del terreno al riparo della vegetazione, riempendola con fili d'erba e piccole foglioline.
La femmina depone da 5 a 8 piccole uova di colore biancastro con macchiettature grigie e bruno-rossastre.
L'incubazione dura circa 15 giorni. Dopo la schiusa i piccoli restano nel nido per circa 2 settimane, accuditi da entrambi i genitori.
In presenza di predatori la madre mette in atto una curiosa "pantomima": si allontana dal nido camminando sul terreno, fingendo di essere ferita ad una zampa o ad un'ala; con questo comportamento attira su di sé l'attenzione del predatore, allontanandolo dal nido, per poi volare via.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Phylloscopus sibilatrix in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ Alström P. et al, Phylogeny and classification of the avian superfamily Sylvioidea in Mol. Phylogenet. Evol., vol. 38, n. 2, 2006, pp. 381–397.
  3. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Phylloscopidae in IOC World Bird Names (ver 4.1), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 1 novembre 2013.
  4. ^ a b c Luì verde in Ucceli da proteggere, LIPU.
  5. ^ a b Mezzatesta F., Un piccolo cantore dei nostri boschi: il luì verde in Airone, vol. 24, 1983, p. 154.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli