Phycodurus eques

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dragone foglia
Fetzenfisch.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Ittiopsidi
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Syngnathiformes
Sottordine Syngnathoidei
Famiglia Syngnathidae
Sottofamiglia Syngnathinae
Genere Phycodurus
Gill, 1896
Specie P. eques
Nomenclatura binomiale
Phycodurus eques
Günther, 1865
Nomi comuni

Dragone foglia

Phycodurus eques, conosciuto comunemente come dragone foglia, è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia dei Syngnathidae; è l'unica specie del genere Phycodurus.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Queste creature sono native delle acque attorno all'Australia meridionale ed occidentale e generalmente rimangono in acque temperate.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Leafy Seadragon at Shedd Aquarium, 2009-11-15.jpg

Il loro nome è motivato dal loro aspetto, con lunghe protrusioni a forma di foglia che escono da tutto il corpo. Queste escrescenze non sono usate per il movimento, ma servono solamente come camuffamento.

Il dragone foglia si sposta grazie a una pinna pettorale sulla cresta del collo e una pinna dorsale prossima all'estremità della coda. Queste piccole pinne sono quasi completamente trasparenti e difficili da vedere, dato che ondeggiano impercettibilmente per spostare l'animale silenziosamente attraverso l'acqua completando l'illusione di un'alga fluttuante.

Raggiunge una lunghezza massima di 35 cm.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine depositano le uova sulla coda del maschio dove si sviluppano fino alla maturità.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutrono di plancton, alghe e altri piccoli animali e non sono predati da nessun'altra specie che gli esseri umani.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Connolly, R. 2006, Phycodurus eques in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci