Phorusrhacos longissimus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Phorusrhacos
Stato di conservazione: Fossile
Paraphysornis BW-2r.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Cariamiformes
Famiglia Phorusrhacidae
Sottofamiglia Phorusrhacinae
Genere Phorusrhacos
Specie P. longissimus
Nomenclatura binomiale
Phorusrhacos longissimus
Ameghino, 1887

Il fororaco (Phorusrhacos longissimus, Ameghino, 1887) è l'unica specie del genere estinto di grandi uccelli predatori non volatori Phorusrhacos, vissuto nel Miocene medio (circa 15 milioni di anni fa) in Argentina. Soprannominato "uccello del terrore", fu uno dei più grandi uccelli carnivori mai esistiti. I più stretti parenti attualmente viventi di questi animali sono i seriema (famiglia Cariamidae), uccelli sudamericani dalle dimensioni nettamente inferiori rispetto a quelle dei loro parenti fossili.

Aspetti morfologici[modifica | modifica wikitesto]

Cranio ricostruito di Phorusrhacos

I primi resti fossili di questo animale, tra cui un pezzo di mandibola rinvenuta da Florentino Ameghino nel 1887, furono scambiati per le vestigia di un mammifero sdentato. Solo successivamente, nel 1891, Ameghino comprese che si trattava delle ossa di un gigantesco uccello predatore. I resti del fororaco, successivamente, sono stati rinvenuti in varie parti della provincia di Santa Cruz.

Il fororaco era alto circa 2,5 metri e pesava approssimativamente 130 kg (Alvarenga & Höfling, 2003). Le rudimentali ali terminavano con un uncino utilizzato per afferrare le prede, che venivano poi uccise con il possente becco ricurvo con cui terminava l'enorme cranio, lungo fino a 60 cm.



Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati ritrovati solo fossili parzialmente completi nella zona del Monte Hermoso in Argentina, ma il genere nord americano Titanis si ritiene sia identico.

Abitavano boschi e praterie.

Cibo e alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Chiaramente carnivori, si nutrivano di piccoli mammiferi e carogne. Essendo dotato di lunghe gambe ed un possente becco, erano probabilmente dei predatori veloci corridori. I parenti attuali, i seriema, uccidono le loro prede sbattendole ripetutamente a terra, tecnica che potrebbe essere stata la stessa dei fororaci.

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono diversi sinonimi sia della specie che del genere:

Genere
  • Phorusrhacos Ameghino, 1887
  • Phororhacos Ameghino, 1889
  • Mesembriornis Moreno, 1889
  • Stereornis Moreno & Mercerat, 1891
  • Darwinornis Moreno & Mercerat, 1891
  • Owenornis Moreno & Mercerat, 1891
  • Titanornis Mercerat, 1893
  • Callornis Ameghino, 1895
  • Liornis Ameghino, 1895
  • Eucallornis Ameghino, 1901
  • Il nome originario è comunemente storpiato in "Phorusrhacus".
Specie
  • Phororhacos longissimus Ameghino, 1889
  • Stereornis rollieri Moreno & Mercerat, 1891
  • Stereornis gaundryi Moreno & Mercerat, 1891
  • Mesembriornis studeri Moreno & Mercerat, 1891
  • Mesembriornis quatrefragesi Moreno & Mercerat, 1891
  • Darwinornis copei Moreno & Mercerat, 1891
  • Darwinornis zittelli Moreno & Mercerat, 1891
  • Darwinornis socialis Moreno & Mercerat, 1891
  • Owenornis affinis Moreno & Mercerat, 1891
  • Owenornis lydekkeri Moreno & Mercerat, 1891
  • Phororhacos sehuensis Ameghino, 1891
  • Phororhacos platygnathus Ameghino, 1891
  • Titanornis mirabilis Mercerat, 1893
  • Callornis giganteus Ameghino, 1895
  • Liornis floweri Ameghino, 1895
  • Eucallornis giganteus Ameghino, 1901
  • Liornis minor Dolgopol de Saez, 1927

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Uccello del Terrore appare anche in Primeval.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alvarenga, Herculano M. F. & Höfling, Elizabeth (2003): Systematic revision of the Phorusrhacidae (Aves: Ralliformes). Papéis Avulsos de Zoologia 43(4): 55-91 PDF fulltext
  • Ameghino, Florentino (1887): Enumeración sistemática de las espécies de mamíferos fósiles coleccionados por Carlos Ameghino en los terrenos Eocenos de la Patagonia austral y depositados en el Museo de La Plata. Boletin del Museo de La Plata 1: 1-26. [Article in Spanish]
  • Ameghino, Florentino (1889): Contribución al conocimiento de los mamíferos fósiles de la República Argentina. Actas Academia Nacional Ciencias de Córdoba 6: 1-1028. [Article in Spanish]
  • Anonymous (1992): Opinion 1687. Phorusrhacos Ameghino, 1887 (Aves, Gruiformes): not suppressed. Bulletin of Zoological Nomenclature 49(2)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Paleontologia Portale Paleontologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paleontologia