Philip Tattaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salvatore Philip Maria Tattaglia
Philip Tattaglia nel primo film
Philip Tattaglia nel primo film
Universo Il padrino
Lingua orig. Inglese
Autore Mario Puzo
1ª app. in Il padrino
Ultima app. in Il padrino
Interpretato da Victor Rendina
Voce italiana Riccardo Rovatti (videogame 2006)
Sesso Maschio
Professione boss dell'omonima famiglia
Affiliazione Famiglia Tattaglia
Parenti

Philip Tattaglia è un personaggio di finzione apparso nel romanzo di Mario Puzo Il padrino.

Nel film di Francis Ford Coppola è interpretato dall'attore Victor Rendina.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Tattaglia era il capo di una delle Cinque Famiglie mafiose di New York. Anche se il suo principale business era la prostituzione, fu il primo che diede appoggio a Virgil Sollozzo e al traffico di eroina, e intraprese una guerra contro la famiglia Corleone, che non aveva dato il suo appoggio allo spaccio.

La famiglia Tattaglia mise a segno il suo primo colpo quando Bruno Tattaglia uccise il sicario Luca Brasi, ma i loro successivi attentati fallirono. Don Tattaglia subì un brutto colpo quando venne assassinato suo figlio, Bruno, e quando Vito Corleone si riprese da un fallito attentato, i due cercarono di far finire la guerra. Tattaglia efficacemente insistette che Don Corleone non avrebbe dovuto rompere la tregua.

Dopo aver concesso ciò, i Corleone capirono che dietro a Don Tattaglia c'era la mano del ben più potente Don Emilio Barzini, che cercava di eliminare la potente famiglia di Don Vito, per avere il monopolio nel traffico di droga. Tattaglia fece la stessa fine degli altri cospiratori: mentre era a letto con una prostituta, venne ucciso a colpi di mitra da Rocco Lampone e da un altro assassino, agli ordini di Michael Corleone. Nell'esecuzione muore anche la prostituta che faceva "compagnia" al boss.

Nel videogame ispirato al film, il protagonista uccide Don Tattaglia allo stesso modo, eccetto che Tattaglia prende in ostaggio la prostituta, offrendo così al giocatore l'opportunità di risparmiarla.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]