Philip Reeve

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Philip Reeve

Philip Reeve (Brighton, 28 febbraio 1966) è uno scrittore e illustratore inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver studiato illustrazione, in un primo momento al Cambridgeshire College of Arts and Technology (CCAT, ora Anglia Ruskin University) e più tardi al Politecnico di Brighton (ora University of Brighton), ha lavorato per diversi anni in una libreria di Brighton prima di affermarsi professionalmente come illustratore e disegnatore di cartoni animati.

Il suo primo romanzo è stato Macchine Mortali (Mortal Engines, del 2001), con cui ha vinto il premio Nestlé Smarties Book. Sono poi seguiti Freya delle Lande di Ghiaccio (Predator's Gold, del 2003), Infernal Devices (del 2005, inedito in Italia), A Darkling Plain (del 2006, inedito in Italia) e Fever Crumb (del 2009, prequel cronologicamente anteriore agli eventi narrati in Macchine Mortali, inedito in Italia). I cinque volumi raccontano la vita di due giovani avventurieri, Tom Natsworthy e Hester Shaw, che vivono in un mondo post-apocalittico abitato da città "trazioniste".

Reeve ha scritto anche il musical The ministry of Biscuits, con Brian P. Mitchell, ed è autore di una serie per bambini su Buster Bayliss.

Opere pubblicate[modifica | modifica sorgente]

Serie di Buster Bayliss[modifica | modifica sorgente]

  • Night of the Living Veg (2002)
  • The Big Freeze (2002)
  • Day of the Hamster (2002)
  • Custardfinger! (2003)

Saga delle Macchine Mortali[modifica | modifica sorgente]

Serie di Art Mumby (Larklight)[modifica | modifica sorgente]

Altri romanzi[modifica | modifica sorgente]

  • Here Lies Arthur (2007)

Libri da illustratore[modifica | modifica sorgente]

  • Pantsacadabra! (2006) (con Kjartan Poskitt)
  • Urgum the Axeman (2006) (con Kjartan Poskitt)

Controllo di autorità VIAF: 69155234 LCCN: n96119103