Philibos Boutros El Gemayel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Philibos Boutros El Gemayel
patriarca della Chiesa maronita
PatriarchNonCardinal PioM.svg
Incarichi ricoperti vescovo titolare di Listra
arcieparca di Cipro
Nato circa 1740 a Bikfaya
Consacrato vescovo dicembre 1767
Elevato patriarca 14 giugno 1795 (eletto)
27 giugno 1796 (confermato)
Deceduto 12 aprile 1796 a Bkerké

Philibos El Gemayel (in arabo: فيليبس الجميّل; Bikfaya, 1740Bkerké, 12 aprile 1796) è stato vescovo titolare di Listra, arcieparca di Cipro e patriarca della Chiesa maronita con il nome di Philibos Boutros[1] (in italiano: Filippo Pietro).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Philibos El Gemayel nacque a Bikfaya in Libano attorno al 1740. Nel dicembre 1767 fu consacrato dal patriarca Youssef Estephan vescovo titolare di Listra e eparca coadiutore di Cipro. Nel 1786 succedette allo zio Elias El Gemayel sulla sede cipriota; abitualmente però i vescovi maroniti dell'isola risiedevano in Libano.

Alla prematura morte del patriarca Mikhail Boutros Fadel, il sinodo dei vescovi maroniti, riuniti nel monastero Santa Maria di Bkerké, elesse il 14 giugno 1795 all'unanimità come nuovo patriarca Philibos El Gemayel, che assunse il nome di Philibos Boutros. Il 27 giugno 1796 papa Pio VI ratificò la scelta dell'episcopato maronita e accordò il pallio al nuovo patriarca.[2]

Tuttavia, il patriarca non ebbe il tempo né di ricevere la conferma papale né di indossare il pallio, essendo già deceduto il 12 aprile precedente nel monastero di Bkerké, dove fu sepolto. Il 28 aprile i vescovi maroniti avevano già eletto il suo successore, Youssef Boutros Tyan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'aggiunta del nome Pietro (in arabo: Boutros) al proprio nome di battesimo è consuetudine dei neoeletti patriarchi maroniti; circa El Gemayel, gli atti concistoriali del 1796 lo chiamano Philippus Petrus, e allo stesso modo il patriarca si firma Philippus Petrus patriarcha Antiochenus nella lettera con la quale chiede al papa la conferma della sua elezione.
  2. ^ I documenti in Bullarium pontificium Sacrae Congregationis de Propaganda Fide, vol. IV, pp. 226-235.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Patriarca di Antiochia dei Maroniti Successore PatriarchNonCardinal PioM.svg
Mikhail Boutros Fadel 14 giugno 1795 - 12 aprile 1796 Youssef Boutros Tyan
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie